TARANTO – Rossoblù precipitosi, solo un pareggio contro il Gragnano. Cazzarò: “Colpa mia”

Scialba prestazione del Taranto che recupera solo un punto al Potenza capolista. Cazzarò invita a non mollare: "Andiamo avanti. Non ci sono corazzate in questo girone"

taranto

Foto: I tifosi rossoblù tornano sui gradoni della Curva Nord

Un brutto Taranto allo ‘Iacovone‘ contro un modesto Gragnano. A nulla è valso il ritorno del tifo organizzato in Curva Nord: alla fine il risultato non si schioderà dall’iniziale 0-0. Campani ordinati e sagaci che tornano a casa con quanto avevano preventivato alla vigilia, ovvero il punticino utile alla classifica ed al morale.

Scarsa la cronaca con due tentativi velleitari di Ancora e Aleksic nel primo quarto d’ora. Al 22′ Gatto ci prova dalla distanza per il Gragnano ma Pellegrino para in due tempi. Risposta rossoblù che arriva dai piedi di Ancora ma l’ex Giordano è attento. Ghiotta occasione da rete per i locali al 35′ con Giordano ancora una volta in evidenza, bravo a respingere la conclusione ravvicinata di Crucitti, trovatosi in posizione favorevolissima sugli sviluppi di un’azione nata dai piedi di Ancora. Difficile capire se sia stato un miracolo del portiere campano o un clamoroso errore del giocatore del Taranto. Due minuti più tardi Pellegrino nega il gol a Napolitano, ritrovatosi solo davanti al portiere sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Nella ripresa Taranto evanescente che non si farà vedere quasi mai in attacco. Spazio ai cambi con Cazzarò che preferisce puntare sul 4-3-3 grazie all’ingresso di Pera per Capua. Cambia poco nella manovra tarantina che è tutta nelle conclusioni poco convinte di Aleksic: la prima con uno scialbo colpo di testa, la seconda con una mischia non sfruttata a dovere. A fine gara Cazzarò si assume la colpa della prestazione della sua squadra: “Siamo stati brutti perché abbiamo giocato con molta fretta e con l’ansia di dover fare risultato a tutti i costi. Oggi dovevamo essere più pazienti e non precipitosi. Non abbiamo sottovalutato l’avversario ma riconosco di aver giocato male e per questo mi assumo le mie responsabilità. In questo girone non esistono corazzate: noi andiamo avanti. Mercato? Ho chiesto alla società un elemento per reparto, under compresi“.


TARANTO-GRAGNANO 0-0

TARANTO: Pellegrino; Bilotta, D’Aiello, Rosania (40’st Miale), Li Gotti; Capua (7’st Pera), Corso, Palumbo (34’st Lorefice); Crucitti; Ancora (43’ Tandara), Aleksic. A disp.: Spataro, Cacciola, Rizzo, Boccadamo, Giorgio. Allenatore Michele Cazzarò.
GRAGNANO: Giordano, Liccardi, Franco, Baratto, Gatto, La Monica, Formisano, Chiariello, Gassama, Napolitano (48’st Guidone), Cioffi. A disp.: Cioce, Montuori, Carfora, Cissè, Esposito, Buono, Cascella, Mansour. Allenatore Rosario Campana.
Arbitro: Simone Galipò di Firenze. Ass.ti: Di Tomaso di Isernia e Dell’Orco di Policoro.
Note: spettatori poco meno di duemilacinquecento con scarsa rappresentanza ospite. Ammoniti: D’Aiello, Bilotta (T); Liccardi, Gassama, Cioffi, Chiariello (G). Recupero: 1′;7’

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati