TARANTO – Noviello: “Sono pronto, a Bisceglie per riscattarci”

In grande spolvero. Firma tre reti e dispensa giocate da calciatore di categoria superiore. Questo, ridotto ai minimi termini, il pomeriggio ginosino di Giorgio Noviello, fantasista della compagine rossoblu, con alle spalle significative esperienze con le maglie, fra le altre di Ternana e Lucchese.

Dopo un precampionato caratterizzato da un infortunio che ne ha pregiudicato anche l’utilizzo durante le prime apparizioni, Noviello appare ormai ristabilito e smanioso di mostrare ai suoi nuovi tifosi tutto il proprio valore.

Il pensiero è rivolto a Bisceglie, ma la sconfitta contro il Foggia non ha lasciato indifferente lo spogliatoio jonico: “Affrontiamo la gara di domenica con lo spirito di una squadra che ha perso due partite in casa e vuole assolutamente rifarsi. Contro il Foggia siamo stati poco incisivi, ci è mancata quella cattiveria necessaria per vincere le partite. Durante la settimana abbiamo avuto modo di analizzare la gara e di capire dove e cosa abbiamo sbagliato”.

Con i problemi fisici ormai alle spalle, Noviello si candida ad un ruolo di primo piano nello scacchiere di Tommaso Napoli. “L’infortunio mi ha rallentato, ma adesso va meglio e sto entrando in forma. Giocare fra le linee? È quello il mio ruolo, questi però sono argomenti che competono al mister, ciò che conta sono l’impegno ed il sacrificio con il quale ci alleniamo quotidianamente. Magari domenica avrei potuto dare qualcosa in più, ma ormai il match con in Foggia fa parte del passato, faremo di tutto fare risultato contro il Bisceglie”.

“Domenica affrontiamo una squadra organizzata – sottolinea Noviello -, il nostro compito però è quello mostrare con i fatti e non con le parole, il nostro valore”.

Il Taranto non vince in casa e già si parla di "tabù Iacovone": "Dobbiamo sbloccarci fra le mura amiche. Lo Iacovone deve incutere terrore ai nostri avversari, devono capire che stanno giocando fuori casa".

Articoli Correlati