TARANTO – Non basta il solito Molinari, con il Brindisi è solo pari

molinari-hernan-taranto

Foto: H. Molinari

Questa volta al Taranto non basta il solito guizzo di Molinari. Contro il Brindisi, allo “Iacovone” gli uomini di Pettinicchio non vanno oltre l’uno a uno, ma possono nel complesso ritenersi soddisfatti di un punto che avvicina ulteriormente la truppa tarantina alla tanto agognata salvezza. Non c’è Fumai costretto ai box dalle solite noie muscolari, il tecnico tarantino ritrova Mignogna e conferma in avanti il baby Bongermino. Dietro Prosperi e Terrenzio completano il pacchetto arretrato che vede sulle fasce Stigliano e Rosato, mentre sulla linea dei centrocampisti il deb Aiello coadiuva Vicedomini e Cordua.

PRIMO TEMPO – L’avvio non sorride al Taranto, che dopo appena dieci minuti di gioco si vede costretto ad inseguire gli ospiti, passati in vantaggio grazie ad una stecca dai venti metri di Tedesco, che arpiona una palla vagante e fulmina Maraglino. La reazione del Taranto sta tutta in una timida rovesciata di Molinari, lesto a sfruttare un cross al bacio di Mignogna. I rossoblu però sembrano non esserci con la testa e le azioni più pericolose sono tutte di marca brindisina: colossale è l’occasione che capita sui piedi del solito Tedesco, bravo nel cuore dell’area ad addomesticare un pallone difficile e a cercare di destro il palo lontano, mancando la porta di Maraglino solo di un soffio. La gara degli jonici cambia definitivamente al minuto quarantadue, quando Terrenzio sferra sul volto di Tedesco un colpo proibito che non passa inosservato alla terna arbitrale. Rosso diretto e Taranto in dieci.

Per annotare il primo graffio di marca tarantina bisogna attendere il penultimo minuto della prima frazione. Tutto nasce dai piedi di Rosato, il cui lancio libera Vicedomini che di tacco serve Bongermino, controllo e tiro che però non impensierisce Novembre.

SECONDO TEMPO – Al pari della prima frazione, anche la ripresa parte con il botto. Nemmeno il tempo di riposizionarsi in postazione che il Taranto trova il gol del pari. La firma è di Hernan Molinari, atterrato in area da Cacace si guadagna un calcio di rigore, che implacabilmente trasforma. Il pareggio infonde fiducia al Taranto che nonostante l’inferiorità numerica costringe spesso e volentieri gli uomini di Ciullo sulla difensiva. L’occasione più ghiotta giunge alla mezz’ora e transita per i piedi di Vicedomini, bravo a crearsi lo spazio di tiro dopo una splendida trama confezionata dal duo Mignogna – Molinari; la botta del centrocampista di Campi Salentina, sfila in una selva di gambe e complice una miracolosa deviazione dell’estremo difensore adriatico, accarezza il palo, prima di terminare sul fondo.

La pressione dei padroni di casa andrà col passare dei minuti affievolendosi, spegnendosi al termine dei quattro minuti di extra time accordati dal signor Valiante di Nocera Inferiore.

***

TARANTO – BRINDISI 1-1

RETI: Tedesco (B) 10′ pt, Molinari rig. (T) 6′ st

TARANTO: Maraglino; Rosato, Terrenzio, Prosperi, Stigliano; Aiello (Papa 27′ st), Vicedomini, Cordua; Mignogna, Bongermino (45′ pt Brancato), Molinari (El Ouazni 41’st). A disposizione: Costantino, Prete, Biondo, Faccini. All. Pettinicchio.
BRINDISI: Novembre; Bove, Frasciello, Cacace, Staiano; Sireno, Laboragine (Bartoccini 28′ st), Mariano; Tedesco, Albano, Pellecchia (Grieco 34′). A disposizione: Agostini, Mboup, Manco, Lucà, Procida, Grieco. All. Ciullo.
ARBITRO: Vincenzo Valiante di Nocera Inferiore coadiuvato dai Sigg. Giovanni Punziano e Paolo Napolitano di Napoli
NOTE: Giornata soleggiata. Presenti circa un centinaio di tifosi ospiti. Ammoniti: Rosato (Ta), Molinari (Ta) ESPULSI: Terrenzio (Ta) al 42′ pt

Articoli Correlati