TARANTO – Maraglino: “Gara disastrosa. Bisogna dare di più”

Non è bastata la superba prestazione personale a rendere soddisfatto Angelo Maraglino. Il custode dei pali rossoblu, è scuro in volto all’uscita dagli spogliatoi al termine del match contro il Bisceglie, pur consapevole d’essere la nota più lieta di questo scorcio iniziale di campionato.

Siamo entrati in campo molli – tuona l’estremo difensore -, la prestazione di oggi non è stata assolutamente all’altezza della situazione. Dobbiamo lavorare parecchio e proseguire dritti per la nostra strada”. Il ritardo di preparazione non pu”ograve; continuare a rappresentare un’ attenuante. Maraglino sposa questa teoria attribuendo le colpe delle deludenti prestazioni, fin qui fornite ad un problema psicologico: “Lavoriamo assieme da un mese e mezzo, la preparazione ormai non può essere una giustificazione. Abbiamo difficoltà nel costruire un’azione pericolosa, e onestamente credo che il nostro sia più un problema di testa. In campo oltre agli under, ci va gente esperta, di certo la personalità non ci manca”.

Il numero uno jonico poi si sofferma ad analizzare la prestazione della squadra e gli episodi che ne hanno decretato la sconfitta: “Riuscire a tirare in porta solo due volte nell’arco di novanta minuti è sintomo che la nostra gara non è stata sufficiente. Non capisco dove finiscono i loro meriti e dove partono le nostre colpe. Il rigore ci può stare, l’espulsione invece è clamorosa”.

A fine gara, per il portierone resta la delusione legata ad una sconfitta decisamente allarmante, attenuata solo in parte da una performance superlativa: “La mia prestazione passa in secondo piano dopo una sconfitta, dobbiamo rimboccarci le maniche e dare di più”.

Articoli Correlati