TARANTO – Manita al Potenza e vetta più vicina. Siclari eguaglia Aruta

Il Taranto festeggia sotto la Nord (@F. Capriglione per SalentoSport.net)

Foto: Festa rossoblù (@F. Capriglione per SalentoSport.net)

Il Taranto passa dall’Inferno al Paradiso nell’arco di cinquantasette minuti e supera un giovane, ma vivo, Potenza che impaurisce i cinquemila dello ‘Iacovone’. Primi venti minuti da dimenticare per la truppa di Cazzarò che subisce il micidiale uno-due dei lucani, firmato dall’ex Vaccaro e da Esposito M..Prima dell’intervallo Siclari accorcia le distanze e completa la rimonta con una meravigliosa tripletta nei primi diciassette minuti della ripresa. Genchi, nell’ultimo minuto di recupero, segna il gol della ‘manita’ rossoblù.

PRIMO TEMPO – La gara è equilibrata nei primi minuti fino al 16’, quando De Stefano irrompe in area di rigore e viene atterrato da De Lucia. Dagli undici metri l’ex Vaccaro non sbaglia e porta in vantaggio il Potenza. Neanche il tempo di metabolizzare lo svantaggio che il Taranto cade nuovamente, al 23’ con Esposito M. che devia in rete la conclusione calciata dal compagno De Stefano. Michele Cazzarò corre subito ai ripari richiamando Chiavazzo e mandando in campo Ancora: un atteggiamento spregiudicato che servirà a recuperare un partita compromessa dopo metà primo tempo. Il nuovo ingresso cambia la gara del Taranto che al 26’ va vicino al gol con Ciarcià che conclude a fil di palo, dalla distanza. Al 37’ ancora un’occasione per il Taranto con Marseglia che, servito da Siclari, manda malamente sul fondo da ottima posizione. Due minuti più tardi Siclari, su corner calciato da Ancora, spara alto sulla traversa. Il bomber siculo si rifà allo scadere del primo tempo quando si avventa su una palla vagante in area, depositandola alle spalle di Napoli per il gol che riapre i giochi.

SECONDO TEMPO – Il Taranto pareggia i conti durante il secondo giro di lancette: bello il cross di Marseglia per la testa di Siclari che, di testa, gonfia la rete. Lo ‘Iacovone’ esplode e incita la squadra, forte anche dei risultati che arrivano dagli altri campi. Al 12’ la rimonta si completa con la terza rete personale di Siclari, vero mattatore della gara. Gran lavoro di Genchi sulla sinistra che semina la difesa ospite e conclude verso la porta difesa da Napoli che manda sulla traversa. La palla torna in campo e Siclari ne approfitta per una comoda marcatura. Mister Marra corre ai ripari con un triplice cambio: dentro Liccarsi, Passon e D’Imporzano per Navas, Vacca e Posillipo. Anche Cazzarò attinge a forze fresche mandando in campo Guardiglio per Gaetano. La musica non cambia e il poker ionico si materializza al minuto diciassette quando il diagonale di Ancora viene deviato da Puca dalle parti di Siclari che non perdona. Partita in cassaforte sul 4-2 ma il Taranto non si ferma. Alla mezz’ora Ancora cerca gloria personale liberandosi al tiro ma non centrando il bersaglio. Al 34’ Cazzarò concede la standing ovation a Siclari, sostituito da Alvino. Il Potenza cerca di riaprire la partita in due occasioni: al 41’ De Lucia si deve superare sull’incornata di D’Imporzano; al minuto quarantaquattro ancora De Lucia nega la gioia del gol a Passon. Nell’ultimo dei minuti di recupero, anche Genchi timbra il cartellino, sfondando per linee centrali e depositando la sfera sotto l’incrocio.

Vittoria fortemente voluta dal Taranto che non può concedersi passi falsi fino alla fine del campionato. Non succedeva dal campionato 1994-1995 che un attaccante del Taranto siglasse quattro reti. L’ultima volta toccò a Sossio Aruta nel 5-0 contro l’Altamura. Per Genchi la rete numero 50 con la maglia rossoblù.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL TABELLINO

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati