Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TARANTO – Campitiello: “Niente da rimproverarci. Adesso vinciamo insieme”

Nemmeno il tempo di smaltire la fisiologica delusione derivante dal primo dispiacere dell’era Campitiello, che già bisogna ripartire. Lo sa bene il numero uno della compagine tarantina, che pur palesemente rammaricato, raccoglie i cocci di quello che avrebbe potuto rappresentare per la piazza jonica un meritato rilancio ed invece si è trasformato nell’ennesimo incubo. Sarà ancora Serie D quindi, il terzo campionato di fila per i rossoblu che saranno dunque costretti a ricalarsi nell’inferno del dilettantismo dopo aver annusato il profumo del calcio che conta, già da domenica nel delicatissimo match di Vallo della Lucania, contro la Gelbison.

“Prendo atto della decisione della Figc – ha dichiarato Campitiello , e auguro all’Arezzo le migliori fortune. Insieme a tutta la città di Taranto, a questa splendida tifoseria ho sperato sino alla fine nel miracolo. Purtroppo non si è realizzato, ma ora sarà più bello e avvincente conquistare la promozione sul campo. Non abbiamo nulla da rimproverarci. Tutto quello che dovevamo fare è stato fatto. Accettiamo il verdetto. Voglio ringraziare tutti, istituzioni, tifosi e sportivi per il grande sostegno morale che in questi caldi giorni hanno saputo mostrare alla mia persona e al mio staff societario. Ora, però, bisogna riversare tutto questo amore sulla squadra a cominciare dalla gara di domenica prossima. Per tornare insieme in Lega Pro e regalarci tutti quanti insieme una grande gioia. Forza Taranto“.