TARANTO – Aggancio in vetta! Molinari stende il Gladiator e manda in orbita gli jonici

Settantuno minuti d’apnea, prima del boato che vale la vetta. Questo il succo di un pomeriggio, quello dei quattromila dello “Iacovone“, costretti ad attendere per oltre un’ora prima di piegare le resistenze del Gladiator, giunto in riva allo Jonio con la ferma intenzione di non sfigurare. Papagni deve fare a meno di Marani, bloccato dalla febbre. Tra i pali c’è Masserano. Nessuna sorpresa sulla difensiva, mentre a centrocampo il tecnico di Bisceglie rinnova la fiducia a Caruso. Non c’è Molinari, che si accomoda in panca, per far spazio a Clemente.

PRIMO TEMPO – Bastano pochi giri di lancette alle due squadre per rompere il ghiaccio. È il Taranto a pigiare per primo sull’acceleratore conquistando in rapida successione due due angoli. Proprio dal secondo dei due corner, nasce il vantaggio rossoblu firmato Claudio Miale, lesto a prendere il tempo alla retroguardia campana, indirizzando la sfera sul palo lungo. Il vantaggio mette in discesa la partita dei padroni di casa che al 20′ potrebbero anche raddoppiare grazie a Clemente che da posizione defilata prova ad uccellare Munao bravo a rifugiarsi in angolo. Il Gladiator non punge, almeno fino al 26′, minuto in cui Diana pennella un calcio franco dalle parti di Esposito, che da due passi piega le mani di Masserano. Scosso il Taranto cerca subito il guizzo vincente, come al 36’quando serve uno strepitoso intervente di Munao per negare la gioia del gol a Clemente. Si va al riposo sul punteggio di uno a uno.

SECONDO TEMPO – Sul green si ripresentano gli stessi ventidue, e nemmeno il copione della contesa appare cambiato. È sempre il Taranto a fare la partita, sciupando al 14′ una ghiottissima occasione con Balistreri che dal limite dell’area piccola apre troppo il compasso, mettendo fuori. Lo scandire del tempo aggiunge pressione alla missione di Ciarcià e soci che al 26′ passano. Merito del subentrato Molinari, che dal limite sfrutta a meraviglia una sponda volante di Balistreri e trafigge Munao, facendo esplodere il catino del quartiere Salinella. La gara cala di ritmo, ma ci sarà anche il tempo per permettere al puntero di La Plata di rimpinguare il personale bottino. Il tutto avviene al minuto 37′ quando Mignogna dalla trequarti disegna un insidioso calcio di punizione sul quale si precipita Balistreri la cui frustata di testa viene respinta dall’estremo difensore campano, che nulla può sul tap in vincente di Molinari. Tre punti fondamentali per la truppa di Papagni, che aggancia in vetta il Matera, surclassato tra le mura amiche nel derby lucano contro il Francavilla. E domenica c’è l’esame Gelbison.

***

TARANTO-GLADIATOR 3-1
Reti: 12′ Miale (T), 26′ Esposito (G), 26’st.e 37’st.Molinari (T)

TARANTO (5-3-2) – Masserano; Viscuso, Riccio (13’st.Molinari), Miale, Caiazzo, Mignogna; Ciarcià, Muwana, Caruso (24’st.Picascia); Clemente (28’st.Grieco), Balistreri.All.: Papagni (A disp.: Marani, Pulci, Menicozzo, Vivacqua, Bilello, D’Angelo).
GLADIATOR (4-4-2) – Munao; Esposito (20’st.Sandu), Ferrara, Simonetti, Diana; Mazza, Puccinelli, Carfagno (39’st.De Girolamo), De Feo (46’st.Scarano); Santaniello, Del Gaudio. All.: Di Somma (Cerreti, Fasci, Piccirillo, Pucino, D’Alessio, Battaglia).
ARBITRO – Andrea Zingrillo di Seregno
AMMONITI – Caiazzo, Riccio, Mignogna (T), Carfagno, Puccinelli, De Feo (G). ESPULSI – Al 38’st. per proteste Grieco (T) e Ferrara (G).
NOTE – Presenti 4061 spettatori

Articoli Correlati

  • casarano-logo-generica CASARANO – Per la panchina il nome caldo è quello di un ex Gallipoli

    Dopo aver comunicato l’esonero di mister Dino Bitetto, il Casarano è ormai da alcune ore al lavoro per definire la situazione legata alla nuova guida tecnica. A tal proposito, il presidente Giampiero Maci, con il direttore sportivo Marcello Pitino, secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, sembrerebbero aver messo gli occhi su una vecchia conoscenza del calcio…

  • Serie D live SERIE D – Le retrocesse dalla Serie C, le promosse dall’Eccellenza e i gruppi di Coppa Italia Dilettanti

    A seguito dei playout giocati ieri in Serie C, tornano nel campionato di Serie D le seguenti squadre: Arzignano Valchiampo, Bisceglie, Giana Erminio, Gozzano, Pianese, Ravenna, Rende, Rieti e Rimini. Dall’Eccellenza, invece, salgono le sette migliori tra tutti i gironi: ossia: Città di Sant’Agata, Puteolana, Sestri Levante, Tre Pini Matese, Vis Nova Giussano, Saluzzo e…

  • bitetto-dino-casarano CASARANO – Ufficiale, Bitetto non sarà più l’allenatore rossazzurro

    Mister Leonardo ‘Dino’ Bitetto non sarà più l’allenatore del Casarano Calcio. Lo ha comunicato poco fa la società del presidente Giampiero Maci attraverso il proprio ufficio stampa. Bitetto rilevò, nei primi giorni dello scorso novembre, la panchina di Pasquale De Candia, esonerato dopo la sconfitta di Bitonto. L’ex Martina esordì con una vittoria per 2-1…

  • fasano-gravina-ph-dibiase171119 SERIE D/H – “Giovani D Valore”, trionfa ancora il Fasano per distacco

    Per il secondo anno consecutivo, il Fasano del patron Franco D’Amico e dell’associazione Il Fasano siamo noi vince il progetto “Giovani D Valore”, ideato dal Dipartimento Interregionale di Serie D, che premia la squadra che, per ogni girone, dà maggiore spazio agli under. Il Fasano si è aggiudicato la classifica del girone H con 1.061…

  • nardo-logo-new NARDÒ – Il Collegio di Garanzia del Coni respinge il ricorso dei granata. Donadei: “Ora al lavoro per il Tar”

    Arriva un’altra mazzata per il Nardò. Il Collegio di garanzia del Coni ha appena comunicato il rigetto dei ricorsi  riguardanti, ovviamente, l’ormai nota decisione di far retrocedere d’ufficio le ultime quattro in classifica di ogni girone di Serie D. L’amarezza del sodalizio neretino è tutto nelle parole dei legali di difesa, incaricati dall’AC Nardòm, Lucia Bianco e…