SERIE D – Villa & Frasciello, il Brindisi passa a Nardò. Granata al terzo ko consecutivo

Terza sconfitta consecutiva e zero punti in classifica. Il Nardò esce con le ossa rotte dal derby col Brindisi. I biancazzurri con un gol per tempo, che portano la firma di Villa e Frasciello, espugnano il "Giovanni Paolo II" nell'anticipo del terzo turno di Serie D, girone H. Il Toro non fa una gran figura davanti ai propri tifosi (che hanno ricominciato ad incoraggiare la squadra anche tra le mura amiche) e alle telecamere di Rai Sport che hanno ripreso l'evento.

Per il derby mister Renna (squalificato) ritrova il rientrante Mastria e si affida al 4-3-3. In porta c'è l'ex biancazzurro e brindisino doc Novembre; in campo i neo arrivi Marzocchi e Majella, quest'ultimo assistito da uno dei tanti ex Corvino. In panchina Taurino e Patera. Tra gli ospiti al centro della difesa si piazza l'ex granata Mirabet (in panchina l'altro ex Mariano). Francioso lancia in avanti Villa (all'esordio) accanto a Palmiteri. Laboragine in cabina di regia.

Ed è proprio l'esperto centrocampista a dirigere l'orchestra biancazzurra con lucidità ed esperienza, risultando uno dei migliori in campo. Dal suo piede parte l'assist, al 28° del primo tempo, per l'argentino Villa, che tutto solo a porta vuota deposita in rete. Il Brindisi sfrutta al meglio una ripartenza per passare in vantaggio, in un match fin lì piuttosto equilibrato, nonostante una certa supremazia territoriale biancazzurra. Punito l'atteggiamento difensivo granata con una difesa troppo alta. Il primo tempo, senza troppi sussulti, si conclude col vantaggio ospite.

Nella ripresa il Brindisi sfiora il raddoppio con uno scatenato Villa, che centra il palo. Raddoppio che arriva al 57' quando, su una punizione che spiove al centro dalla sinistra, Frasciello si fa trovare pronto e col piattone sorprende un non impeccabile Novembre. E' qui che il Toro mostra i denti, provando con l'orgoglio più che con precise idee tattiche a portare pericoli alla porta difesa da Agostini. Ci provano Montenegro dalla distanza e Vetrugno su punizione, ma il risultato non cambia. Renna le prova tutte gettando nella mischia Patera e Taurino, che vengono ingabbiati dalla retroguardia biancazzurra. I granata mostrano una certa impotenza offensiva, nonostante il lodevole impegno. Si segnala in positivo la buona prova di Marzocchi. Da rivedere Difino, oggi in ombra. Dopo quattro minuti di recupero il Brindisi può esultare: al "Giovanni Paolo II" termina 0-2.

Il lato preoccupante per Renna riguarda la casella "0" ai gol fatti, oltre, ovviamente agli zero punti in classifica. Urge un pronto riscatto già sabato prossimo, quando i granata saranno ospiti del Campania. Il Brindisi invece sale a cinque punti in classifica. Per la truppa di Francioso, che centra quindi il primo successo stagionale, ora arriva il Grottaglie al "Fanuzzi".

*** NARDO'-BRINDISI 0-2 ***

Reti: 28° pt Villa (B), 12° st Frasciello (B)

Nardò: Novembre, Febbraro, Mastria, Marzocchi, Vergori, Vetrugno, Corvino (dal 32° st Patera) De Razza (dal 21°st Taurino), Vigliotti, Difino, Majella. A disp.: Mirarco, Giordano, Lanotte, Alessandrì. All.: Renna
Brindisi: Agostini, Frasciello, Staiano, Fusco (dal 30° st Allocca), Mirabet, Cacace, Bartoccini, Laboragine, Albano, Villa (dal 23° st Rizzi), Palmiteri (dal 37° st Greco). A disp.: Cialdini, Sain, Mboup, Mariano. All.: Francioso
Arbitro: Prontera di Bologna (assistenti Antonacci e Valentini di Bari).
Note: spettatori un migliaio circa, di cui un centinaio di fede biancazzurra.
Ammoniti: Vergori (N), De Razza (N),Fusco (B).
Angoli: Nardò 1, Brindisi 6.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati