NARDÒ – Vittoria di cuore e d’orgoglio, il Nola non ha scampo. Playout in casa, c’è il Gragnano

Versienti e Mingiano regalano tre punti preziosissimi al Toro che mancavano dal 3 febbraio. Domenica la sfida decisiva per la salvezza in casa contro il Gragnano

nardo-nola-2-0-050519-ss-nannavecchia

Foto: un'immagine della gara odierna (©SalentoSport/V. Nannavecchia)

Con una bella prestazione fatta di coraggio e tanta voglia di vincere, il Nardò di mister Bitetto riesce a piegare con un secco 2-0 il Nola, conquistando quantomeno la possibilità di disputare i playout tra le mura amiche, avendo a disposizione due risultati su tre, quando tra sette giorni il Gragnano, sarà al Giovanni Paolo II.

La cronaca. Al primo affondo il Nardò è subito in vantaggio: bel cambio di passo di un ispirato Kyeremateng che dopo aver seminato due avversari, premia la sovrapposizione di Versienti, il numero 7 granata entra in area e con un preciso rasoterra batte Gragnaniello. Subita la doccia fredda gli ospiti provano subito a reagire e intorno al minuto 24 Rizzitano con un volo plastico disinnesca una bella torsione aerea di Paradisone; passa un  minuto e sugli sviluppi di un corner, la sfera arriva sui piedi di Troianiello, che mette dentro un cross morbido, in area di rigore del Nardò si crea un pericoloso flipper che capitan prova a risolvere con un bel colpo di tacco che Rizzitano però blocca bene. Scampato il pericolo il Nardò prova a rimettere il naso fuori e prima della fine del tempo i granata due ghiottissime palle gol. Al minuto 37 Kyeremateng lavora bene al limite e imbuca per Gigante che solo davanti all’estremo ospite mette clamorosamente al lato. Passano una manciata di minuti e il Nola rischia di capitolare. Troianiello si fa sradicare da Kyeremateng un pallone sanguinoso a limite dell’area, il numero 10 granata mette a sedere Gragnaniello, ma con la porta ormai sguarnita, manda al lato tra lo stupore generale.

La seconda frazione inizia con un Nola alla ricerca della vittoria salvezza, ma con un Nardò e pronto a colpire in ripartenza. La prima chance però è ancora di marca locale e capita sui piedi di Molinari che dopo un fortunoso rimpallo si trova solo davanti al portiere avversario, ma sbilanciato da un difensore ospite spara alto; la risposta ospite non tarda ad arrivare e questa volta serve ancora un super Rizzitano per dire di no al destro di prima intenzione di Colarusso. I ritmi calano, il Nardò gestisce bene, e a quattro dal novantesimo chiude la contesa. Centonze scodella un pallone in area per Mingiano, l’attaccante ex Gallipoli taglia bene e con una splendida girata al volo trova il suo primo centro tra le mura amiche, un centro dal peso specifico notevole. Prima del fischio finale, il Nola colpisce un palo con il neo entrato Colonna, che in mischia non riesce a mettere in rete da pochi passi.

Dopo 4 minuti di recupero il Giovanni Paolo II può tornare ad esultare, per un successo che in casa Nardó mancava dal lontano 3 febbraio; ora i ragazzi di mister Bitetto avranno la possibilità di giocarsi lo scontro salvezza contro il Gragnano tra le mura amiche, con il vantaggio di avere a disposizione due risultati su tre, ma soprattutto di fronte ad un pubblico che nei momenti del bisogno ha sempre risposto presente.

IL TABELLINO

Nardò, stadio Giovanni Paolo II
domenica 5 maggio 2019, ore 15
Serie D girone H 2018/19 – 34a giornata

NARDÒ-NOLA 2-0
RETI: 2′ pt Versienti, 41′ st Mingiano

NARDÒ: Rizzitano, De Pascalis (31’ st Giglio), Aquaro, Versienti, Bolognese, Mingiano, Kyeremateng, Centonze, Gigante, Molinari (9’ st Cassano), Prinari (21’ st Palmisano). A disposizione: Migliaccio, Scipioni Sene, Monopoli, Frisenda, Valzano. Allenatore: Angelo De Benedictis (Bitetto squalificato).

NOLA: Gragnaniello, Anzalone (17’ st Varriale), D’Anna, Madonna (1’ st Lippiello), Esposito Giuseppe, Colarusso, Troianiello, Del Prete (40’ st Napolitano D.), Esposito Gennaro, Stoia (13’ st Napolitano G.), Paradisone (31’ st Colonna). A disposizione: Caliendo, Napolitano S., Pastore,  Frasca. Allenatore: Raffaele Vitalone.
ARBITRO: Antonino Costanza di Agrigento (D’Ilaria-Tempestilli).
NOTE: ammoniti Gigante (NA), Kyeremateng (NA), Mingiano (NA), Esposito Giuseppe (NO), Madonna (NO), Colarusso (NO). Recupero: 1 pt; 4 st.
Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati