NARDO’ – Vetrugno ripensa al Martina: “Sembrava che ce l’avessero a morte con noi…”

Sulle colonne del Nuovo Quotidiano di Puglia, il difensore del Nardò Daniele Vetrugno ritorna sulla sconfitta con il Martina: “La sconfitta di domenica è stata una vera e propria batosta. Martedì, alla ripresa del lavoro ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti che non dobbiamo più fare certe figure, anche per questione di dignità personale. Avevamo delle assenze ma è anche vero che non mi è piaciuto l’atteggiamento di alcuni del Martina. Sembrava ce l’avessero a morte per le sconfitte subite contro di noi in coppa e in campionati".

C'è voglia di ripartire: "Abbiamo affrontato diversi problemi logistici in vista del Martina, in due settimane, ci siamo allenati solo sei volte. Domenica serve uno spirito diverso. Vincere significa permanenza. Mi aspetto una gara dura con un Grottaglie bravo a chiudersi dietro, come fece all’andata. La mia permanenza dopo i tanti esodo? Avevo dato la mia disponibilità sin da inizio stagione e poi dovevo saldare un debito con Inguscio e Longo. Non c’è stata, in passato, la possibilità di giocare a Nardò. Quando si è presentata, non potevo dire di no”.

Intanto mister Longo può sorridere: tutti a disposizione per la sfida con il Grottaglie, eccetto l'attaccante esterno Taurino. Febbraro si allena regolarmente col gruppo.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati