NARDÒ – Stavolta i rigori non portano fortuna: Foggia al secondo turno di Coppa Italia

Buona prova per i granata allo "Zaccheria" contro la squadra di Amantino Mancini ma dal dischetto del rigore sono più precisi i satanelli. Foggia avanti, il 25 settembre il secondo turno

foggia-taranto zaccheria lega pro (foggiatoday.it)

Foto: lo stadio 'Pino Zaccheria' di Foggia (©foggiatoday.it)

Se nel turno precedente i calci di rigore avevano sorriso al Nardò, questa volta i granata nonostante una buona prestazione soprattutto a livello difensivo, si inchinano al Foggia di mister Mancini, salutando così la Coppa Italia di Serie D.

Il primo squillo del match è di marca foggiana ed arriva al minuto 3, con una conclusione dalla distanza di Gemmi che Mirarco blocca comodamente . Al 5’ sono ancora i rossoneri a rendersi pericolosi con un bel piazzato di Gentile, ma l’estremo granata risponde presente. Il Nardò non riesce a reagire, lo Zaccheria spinge i satanelli ed al quarto d’ora è Iadaresta ad andare ad un passo dal vantaggio con un bel colpo di testa su cross di Campagna, ma un super Mirarco disinnesca l’incornata dell’ex Bari. L’ultima occasione della prima frazione porta ancora la firma del numero 9 dauno, ma ancora una volta la sua inzuccata non ha buon esito.

La seconda frazione parte sulla falsa riga dei primi 45 di gara; al quarto è il solito Iadaresta a provarci direttamente su calcio di punizione, con la sfera che sfiora il palo e termina sul fondo; intorno alla metà di gara Danucci ben assistito da Calemme prova a sorprendere Fumagalli di testa, la sfera però non inquadra la porta. Negli ultimi dieci minuti di gara i ragazzi di Amantino Mancini provano a trovare il gol qualificazione, ma prima è Gemmi a sparare alto dopo una splendida preparazione, poi è Mirarco a respingere una velenosa punizione di Gentile.

Dopo 5 minuti di recupero il signor Gregoris di Pescara dichiara la fine delle ostilità, mandando le due squadre si calci di rigore; dagli undici metri però questa volta non basta un super Mirarco, Camara prima e Aquaro poi si lasciano ipnotizzare da un Fumagalli in stato di grazia, Gemmi non perdona, qualificando i satanelli al turno successivo.

Nonostante l’amarezza dell’eliminazione, il Nardò esce a testa alta e con la consapevolezza di aver disputato una buona prova contro i più quotati avversari. Domenica via al campionato con la prima a Gravina


IL TABELLINO

Foggia, stadio Zaccheria
domenica 25 agosto 2019, ore 20
Coppa Italia Serie D 2019/20 – 1° turno

FOGGIA-NARDÒ 4-3 dcr (0-0)
SEQUENZA RIGORI: Danucci (N) gol, Gentile (F) gol, Mengoli (N) gol, Iadaresta (F) gol, Camara (N) parato, Russo (F) gol, Aquaro (N) parato, Cannas (F) parato, Calemme (N) gol, Gemmi (F) gol

FOGGIA: Fumagalli; Loschiavo (73’ Cannas), Cadili, Salines; Campagna (82’ Di Masi), Gemmi, Salvi, Gentile, Di Jenno (59′ Kadi); Iadaresta, Salatino (59′ Russo). A disposizione: Di Stasio, Kadi, Di Salvo, Maccarrone. Allenatore: Amantino Mancini.

NARDÒ: Mirarco; Frisenda, Centonze, Aquaro, Stranieri, Mengoli, Danucci, Avantaggiato (81’ Botrugno), Calemme, Camara, Cancelli. A disposizione: Montagnolo; Trinchera, Luciani, Valzano, De Giorgi, De Luca, Vecchio,  Pagliuca. Allenatore: Vincenzo Russi (Foglia Manzillo squal.). 

ARBITRO: Gilberto Gregoris di Pescara.
NOTE: ammoniti Salines, Loschiavo (F), Cancelli, Stranieri, Botrugno (N). 

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati