NARDÒ – Non basta un gran primo tempo. Piperis punisce i granata, è festa Fidelis Andria

I ragazzi di Taurino partono bene ma sprecano troppo, non trovando le giuste energie per reagire nella ripresa. Ora la classifica inizia a preoccupare

Foto: Un'immagine del match

Il primo Nardò del 2019 è luci e ombre, e viene sconfitto in casa per 0-1 dalla Fidelis Andria. I granata partono alla grande ma non concretizzano, venendo puniti da un colpo di testa a inizio ripresa di Piperis e non riuscendo a reagire come i tifosi si auspicavano. La classifica ora si fa meno rosea: i playoff sono solo a 4 punti, ma anche i playout.

I due tecnici schierano le rispettive squadre con la difesa a tre: classico 3-5-2 per Taurino, 3-4-3 per Potenza. L’inizio di gara è totalmente di marca granata, con Bertacchi e compagni a fare la partita mettendo pressione sugli avversari e collezionando calci d’angolo. Al 12′ tentativo in diagonale di Kyeremateng deviato da un attento Zinfollino, che si ripete in due altre occasioni di fila a cavallo del ventesimo sempre sulla punta neretina con in interventi complicati ma non prodigiosi. Solo alla mezz’ora la compagine andriese mette la testa oltre la trequarti campo, andando vicina al gol con Piperis che di testa costringe Mirarco alla super deviazione in corner. Poco dopo di prova Bolognese: conclusione al lato. Nel finale di tempo il Nardò cala l’intensità della propria manovra offensiva e non si registrano altre palle gol.

Dopo l’intervallo c’è in campo un’altra Fidelis, subito insidiosa con Cristaldi che a sessanta secondi dall’inizio della seconda frazione sfiora il palo con una girata di destro. E’ il preludio al gol che arriva al nono: corner di Stranges, stacco imperioso di Piperis e palla imparabile per Mirarco. Il Nardò sembra aver speso tutte le energie nell’ottimo primo tempo, e non riesce a produrre molto oltre la conclusione imprecisa di Scipioni che si spegne sul fondo di un paio di metri. Tocca anzi alla Fidelis, al 33′, andare vicina al raddoppio con Bozic, che di prima intenzione scarica una sassata alta di non molto. I granata raccolgono le idee per il forcing finale, forti dei cambi operati da Taurino. E proprio il neo entrato Mingiano, a cinque dal novantesimo, è protagonista della miglior occasione del finale di gara: l’ex Gallipoli si accentra e cerca una conclusione a giro che trova ancora una volta pronto nella risposta Zinfollino. Troppo poco, comunque per sperare in un pareggio.

Il Nardò è ora atteso da una doppia trasferta, mercoledì ad Altamura nel recupero della prima giornata di ritorno e domenica a Sarno.


IL TABELLINO

Nardò, stadio “G. Paolo II”
domenica 13 gennaio 2019, ore 14.30
Serie D girone H 2018/19 – 19a giornata

NARDÒ-FIDELIS ANDRIA 0-1
RETI: 9′ st Piperis

NARDÒ (3-5-2): Mirarco (31′ st Rizzitano); De Pascalis, Aquaro, Giglio (31′ st Mingiano); Sené, Bolognese, Bertacchi, Gigante (14′ st Molinari), Scipioni; Kyeremateng, Prinari (26′ st Arario). A disp.: Centonze, Lezzi, Cordella. All.: Taurino.

FIDELIS ANDRIA (3-4-3): Zinfollino; Benvenga, Cipolletta, Forte; Zingaro, Piperis, Bortoletti, Paparusso; Adamo (36′ st Carrotta), Cristaldi (31′ st Bozic), Stranges (22′ st Varriale). A disp.: Addario, De Filippo, Porcaro, Iannini, Manno, Siclari. All. Potenza.

ARBITRO: Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno.

NOTE: spettatori 1.000 circa. Ammoniti: De Pascalis, Aquaro, Prinari (N), Stranges, Varriale (FA). Angoli: 7-5. Rec.: pt 4′, st 6′.


QUI RISULTATI E CLASSIFICA

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati