Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GROTTAGLIE – Per D’Amicis è finito il tempo delle buone intenzioni: “Ora servono i fatti”

Trattativa senza fine quella del passaggio del Grottaglie dall’attuale gruppo dirigente al Gruppo Pichierri. Negli ultimi giorni si fanno più insistenti le voci di un presunto accordo raggiunto tra le parti; purtroppo all’orizzonte non si intravedono manovre atte a concretizzare il passaggio.

Il presidente grottagliese, Leonzio D’Amicis, scende in campo ed invita l’interlocutore a fare un gesto concreto: “In riferimento alla trattativa con il Gruppo Pichierri, si ribadisce la disponibilità alla cessione delle quote dell’A.D.C. Ars et Labor Grottaglie. L’accordo è stato raggiunto, ma a tutt’oggi e come già avvenuto in passato il Gruppo Pichierri non ha dato seguito alla promessa economica formulata”.

Un messaggio chiaro ed inequivocabile quello del numero uno biancoazzurro che rilancia: “Onde evitare destabilizzazioni si invita il Gruppo Pichierri a dimostrare l’effettiva volontà di rilevare la società“. Si attende la replica del, probabile, futuro acquirente. Sembra non trovare pace la situazione societaria grottagliese che, da quando non è più controllata da Ciracì, riesce ad attirare solo buone intenzioni.