SERIE D/H – Foggia-Taranto è un bollettino di guerra: le decisioni del Giudice sportivo dopo la 6ª giornata

Fioccano le multe per i due club pugliesi dopo il convulso derby di domenica scorsa vinto dal Foggia per 1-0. Multe anche per Fidelis Andria e Brindisi, due turni a Montaldi (Brindisi)

giudice-sportivo

Dopo le gare della sesta giornata di Serie D girone H, il Giudice sportivo ha adottato i seguenti provvedimenti disciplinari.

CALCIATORICinque giornate a Christian Anelli (Foggia) “per avere, nel corso dell’intervallo, tentato di colpire con una manata dapprima l’allenatore e, in seguito, un calciatore della squadra avversaria, al quale rivolgeva anche gesti irriguardosi e uno sputo; tale condotta determinava una situazione di forte tensione nel tunnel degli spogliatoi, tra diversi calciatori delle due squadre, sedata solo grazie all’intervento delle forze dell’ordine”; tre gare a Andrea De Siena (Nocerina) “per avere, a gioco fermo, colpito con un forte calcio alle gambe un calciatore avversario rendendo necessario l’intervento dei sanitari” e a Luigi Manzo (Taranto), “per aver, al termine della gara, nel tuunnel che conduce agli spogiatoi, colpito con uno schiaffo al volto l’allenatore della squadra avversaria”; due gare a Anibal Montaldi (Brindisi) per una gomitata al volto ad un avversario in corso di svolgimento della gara; una gara a Antonio Boccadamo (Brindisi), Manlio Di Masi (Foggia), Davide Cacace (Sorrento),

ALLENATORITre giornate a Ninni Corda (Foggia), “per avere, ne corso dell’intervallo, nel tunnel che conduce agli spogliatoi, protestato con atteggiamento irriguardoso all’indirizzo del direttore di gara; successivamente, inoltre, rivolgeva espressioni offensive ad un calciatore della squadra avversaria partecipando a un parapiglia coi calciatori della squadra avversaria”; due giornate a Roberto Taurino (Bitonto), per frasi offensive all’indirizzo della terna arbitrale.

DIRIGENTI – Inibizione sino al 30 ottobre per Diego Valente (Foggia), “per avere colpito con una manata al volto l’allenatore della squadra avversaria”.

AMMENDE1.200 euro al Taranto “per avere propri calciatori, nel corso dell’intervallo, preso parte a un parapiglia con spintoni e frasi triviali, all’indirizzo dei calciatori avversari; per avere danneggiato i bagni dello spogliatoio; si fa obbligo di risarcire i danni se richiesti e documentati”; mille euro al Foggia “per avere, propri calciatori, nel corso dell’intervallo, preso parte a un parapiglia con spintoni e frasi triviali, all’indirizzo dei calciatori avversari”; 900 euro alla Fidelis Andria “per avere propri sostenitori, nel corso della gara e in più occasioni, rivolto espressioni offensive e denigratorie per motivi territoriali nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria; al termine della gara i medesimi lanciavano oggetti vari (bicchieri, bottigliette di plastica e un accendino) all’indirizzo dei calciatori della squadra avversaria che cadevano sul terreno di gioco senza colpire alcuno”; 400 euro al Brindisi “per avere propri sostenitori, nel corso della gara, lanciato un petardo sul terreno di gioco che esplodeva, con grande fragore; un fumogeno che danneggiava il manto erboso e due bengala nel proprio settore e sul terreno di gioco; si fa obbligo di risarcire i danni se richiesti e documentati”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati