GALLIPOLI – Il Gallo rimonta due volte il Gelbison, nel finale zampata decisiva dei campani

Il Gallipoli torna sconfitto dal Cilento. Nella tredicesima giornata di ritorno i giallorossi di Mangiapane hanno ceduto per 3-2 al Gelbison, in un match che ha riservato innumerevoli colpi di scena, specie nel corso dei secondi quarantacinque minuti di gioco.

Il Gallo si presenta al “Morra” voglioso di tornare al successo dopo il pari col Manfredonia e l’inizio di Legari e compagni è pimpante, anche se a pungere in due circostanze è Varriale, con altrettante conclusioni raccolte senza patemi da Gabrieli. Al 14’ Iorio si inserisce in area, Cornacchia lo sgambetta ed il direttore di gara assegna, senza esitazioni, il penalty ai padroni di casa. Varriale realizza per il vantaggio campano. La reazione giallorossa è in una bella conclusione al volo di Mariano, troppo centrale, però, per spaventare Peschechera. Al 34’ si fa vedere al tiro Tricarico, da buona posizione: destro alto. Sul finale di frazione sale in cattedra Negro: al 36’ affonda sull’out destro e pesca in mezzo Santonocito, il numero 10, a pochi passi dalla porta, si fa murare in angolo. Al 38’ il copione si ripete con Negro che lascia di sale Marchesano e disegna un altro cross al bacio per Lorusso, il terzino interviene in ritardo sprecando un’interessante chance per il pari. Al 45’, disattenzione della retroguardia ospite e Sica, dall’interno dell’area, va vicino al raddoppio.

Nella ripresa, subito Gelbison pericoloso: al 2’, un pallone ribattuto diventa assist prezioso per Gala che spara, però, alto da ottima posizione. Al 3’ Legari prova dalla distanza, Peschechera c’è; cresce il Gallipoli, vicino al pari con Di Maira all’8: sgroppata di Lorusso a sinistra con assist al bacio, l’incornata dell’attaccante siciliano trova ancora una volta pronto il numero uno di casa. Ma il pari è nell’aria ed arriva al 14’: pennellata di Legari e zuccata vincente di Di Maira. L’1-1, tuttavia, dura solo pochi minuti: in contropiede la formazione di Logarzo trova il nuovo sorpasso con Tulimieri, che finalizza al meglio l’assist di Sica. Il Gallo continua a spingere ed al 29’ Negro ha un guizzo in area, salta consiglio che lo atterra: solo il signor Ruggiero di Roma 1 non vede un solare calcio di rigore. La gara si innervosisce ed il primo a farne le spesse è Rosato, che si becca il secondo giallo lasciando i suoi in inferiorità numerica. Al 39’ Gabrieli evita il colpo del ko intervenendo da campione sul siluro di Santonicola ed al 45’ la generosità dei giallorossi è premiata. Cross di Legari, la difesa campana sbaglia il fuorigioco e Sopcic, di testa, firma il nuovo pareggio. Che, anche in questo caso, dura appena 60 secondi: dalla parte opposta, Passaro si presenta davanti a Gabrieli e lo supera con un diagonale sporco. Nel finale solo bagarre e qualche colpo proibito: dopo il triplice fischio il direttore di gara romano mostra il rosso anche a Di Maira.

>>>Qui il tabellino di Gelbison-Gallipoli&<&<&<

Luigi ALEMANNO
Giornalista pubblicista dal 2011, vicedirettore di SalentoSport.net. Responsabile della redazione sportiva di Teleonda dal 2009 al 2012, corrispondente per Piazzasalento dal Comune di Gallipoli dal 2012 al 2014, responsabile della comunicazione per la S.S.D. Gallipoli Football 1909 Srl dal 2012 al 2015.

Articoli Correlati

Lascia un commento