Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

[ESCLUSIVA SS] TARANTO – De Solda: “Quasi fatta per Carloto. Improta ci interessa”

All’ombra della Sila, il Taranto continua a sudare agli ordini di Enzo Maiuri. Il destino dei rossoblù però, si gioca anche in riva allo Jonio, dove il diesse Alessandro De Solda è alla la caccia dei tasselli necessari per completare a tempo debito il mosaico da consegnare al tecnico milanese. Gli arrivi di Miale e Clemente hanno certamente contribuito ad alzare il morale della piazza, che adesso attende con ansia gli sviluppi del mercato. Diversi i nomi sull’agenda di De Solda, che in esclusiva a SalentoSport fa il punto sul mercato del sodalizio tarantino. “Stiamo lavorando alacremente per completare la rosa, ma non è un mercato facile. Le priorità al momento si chiamano Miale e Clemente con i quali stiamo definendo gli ultimi dettagli, ma che possiamo, scaramanzia a parte, considerare a tutti gli effetti calciatori del Taranto. Nelle prossime quarantott’ ore dovremmo chiudere la trattativa che porta al centrocampista Carloto. Per ciò che riguarda la mediana, ho avuto un colloquio anche con l’ex Siracusa Carmine Giordano, col quale qualcosa potrebbe sbloccarsi nei prossimi giorni”.

Non solo over nel mirino di De Solda che poi si sbottona, tracciando l’identikit dei prossimi colpi: “Abbiamo la necessità di puntellare ogni reparto –chiarisce l’ex dirigente del Brindisi –, nello specifico siamo alla ricerca di un difensore di esperienza, oltre che di un paio di under che possano ricoprire il ruolo di esterni alti. Nella zona nevralgica del campo invece, l’ideale sarebbe avere tre over e un solo under”. Per l’attacco dopo il colpo Clemente, continua a circolare con insistenza il nome di Giancarlo Improta, per il quale De Solda spende solo parole al miele: “Siamo alla ricerca di una punta fisica, le cui caratteristiche possano sposarsi con quelle dei tre attaccanti che fanno già parte del nostro gruppo (Molinari, Ancora e Clemente ndr). Improta incarna il prototipo di calciatore che vorremmo portare in Puglia. Pur non essendo un bomber da venti gol a stagione, è un calciatore che abbina ottime capacità tecniche ad uno spirito da lottatore non comune. Inutile negare che sia un nostro obiettivo, al pari però di tanti altri”.