CASARANO – Sarcinella: “Gennaio decisivo per il futuro”. Calabro: “Occhio alle squadre chiuse”

Ai microfoni del Nuovo Quotidiano di Puglia, Fiorenzo Sarcinella, dg del Casarano si dice soddisfatto dell’inizio di anno della sua squadra, abile a raggiungere il pareggio domenica scorsa, sul finire del match contro la Turris: “Sono soddisfatto del clima che c’è intorno alla squadra, dovuto al grande lavoro fatto in questo periodo. Era importante iniziare così il girone di ritorno, con un risultato che ci restituisse una squadra in grado di lottare”.

I nuovi innesti Ganci e Arcadio: “Ganci, Arcadio e Galdean costituiscono un centrocampo di corsa e qualità. Hanno esordito in maniera positiva e hanno superato al meglio le difficoltà logistiche, specie il primo. Sono due giocatori bravi e giovani e possono ambire a grandi traguardi”.

Salvadore presto in campo: “Vederlo schizzare dalla panchina dopo il pareggio di Villa è stata una grande gioia. A breve tornerà anche in campo. La sua volontà ha fatto sì che bruciasse le tappe, ma al Casarano serve un Salvadore al massimo dell’efficienza”.

Le prossime due gare casalinghe contro Real Nocera e Grottaglie: “Il mese di gennaio sarà decisivo per il nostro futuro, affronteremo Nocera e Grottaglie, dirette concorrenti che si sono rinforzate. Saranno incontri carichi a livello fisico, motivo per cui ci aspettiamo una grossa mano dal nostro pubblico”.

Alla Gazzetta del Mezzogiorno ha parlato capitan Antonio Calabro, il quale diffida dalle squadre che si coprono: “Quando affrontiamo le grandi squadra come la Turris diamo il meglio di noi visto che ci lasciano ampi spazi in cui colpire. Quando l’avversario non si chiude, esprimiamo al meglio il nostro gioco e ciò lo abbiamo dimostrato sia in casa che in trasferta. Per superare le difese di squadre chiuse dobbiamo giocare con determinazione, evitando i bunker a centrocampo e le meline che snervano”.

Ora il Casarano è diverso rispetto a prima, visto che ha recuperato tanti uomini: “Abbiamo qual cosina in più. Ci manca gente del calibro di Rosciglione, De Furia, Rescio e Salvadore. Domenica il Real Nocera: Squadra rognosa dalla quale devi sempre guardarti bene. Siamo pronti ad affrontarla”.

Mancherà il tecnico Caracciolo, espulso domenica: "L’assenza del tecnico non è irrimediabile, anche se sarebbe sempre bene averlo sempre accanto. Fabrizio (Caracciolo, ndr) non ha fatto nulla per meritarsela. E’ una persona educatissima che non farebbe male nemmeno a una mosca”.

Articoli Correlati