Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BRINDISI – Colpaccio Ischia, espugnato il Fanuzzi

L'Ischia espugna il Fanuzzi di Brindisi al termine di una gara combattuta. Gli isolani hanno fatto valere il maggiore tasso tecnico al confronto di un Brindisi che, soprattutto nella ripresa, ha buttato in campo quella dose di agonismo necessaria a confrontarsi alla pari con i più quotati avversari.

Maiuri, con Taurino infortunato e Buono squalificato è costretto a ridisegnare l'assetto della propria squadra. Per di più, Chianese – che già in settimana aveva risentito di qualche dolore ai flessori – si è fatto male nel corso dell'allenamento ed ha dovuto lasciare il posto da titolare a Morello. Il Brindisi è sceso in campo con Rosti in porta, Ciano e Centanni esterni difensivi, Masullo e Miale centrali di difesa; a centrocampo sono stati schierati Mignogna, Guadalupi, Zaminga e Corvino, mentre in avanti c'è il duo Galetti – Morello.

Il primo tempo è totale appannaggio dei padroni di casa. Il Brindisi cerca di resistere, arriva qualche volta sul fondo ma Incarnato resta praticamente inoperoso. Anche senza strafare sono gli ospiti ad andare vicino al gol in diverse occasioni: la prima al 5' quando Rosti opera un intervento prodigioso su colpo di testa di Di Meglio. Dopo una lunga fase in cui la sfera circola quasi esclusivamente a centrocampo, l'Ischia passa in vantaggio: calcio di punizione di Manzo (in assoluto il migliore in campo) e Raimone spunta alle spalle dei difensori biancazzurri spedendo la palla alle spalle di Rosti.

La reazione del Brindisi è flebile e gli isolani "rischiano" di raddoppiare nelle fasi finali del tempo. Al 40' Manzo pecca di egoismo e – con un compagno libero sulla fascia destra – tira debolmente per la parata di Rosti. Subito dopo Rosti si disimpegna egregiamente su una forte conclusione di Ercolano ed allo scoccare del 45' Raimone spreca una facile occasione mancando il tiro da pochi passi dalla linea di porta.

Nel secondo tempo il Brindisi entra in campo con un piglio diverso ma, pur innalzando il minutaggio di possesso palla, non arriva mai al tiro. Al 60' arriva il rigore per il Brindisi. Una decisione che – ai più – è apparsa un vero e proprio abbaglio del direttore di gara. Sul dischetto Guadalupi batte Incarnato e lo stadio di Brindisi – ammutolito sia per il silenzio della curva che per l'andamento del match – ha un sussulto. I biancazzurri non riescono, però, a sfruttare il momento proprizio e 10' dopo arriva il 2-1 per i gialloblu campani. E' una grande azione tutta di prima a portare al tiro Saurino, appena entrato al posto di Ercolano. La battuta del n. 17 è forte e precisa e per Rosti non c'è nulla da fare.

I padroni di casa cercano di buttarsi in avanti per pareggiare ma la grandissima forza di volontà di Nando Galetti non basta contro la calma e la classe degli avversari ed il risultato non cambia. Al termine della gara la società ha comunicato di volersi disimpegnare dalla gestione. Ne sapremo di più nei prossimi giorni ma un dato è certo: la tanto sbandierata campagna di rafforzamento non ha dato i suoi frutti ed il pubblico allo stadio continua a scarseggiare. Un'altra brutta pagina del calcio brindisino è alle porte e – forse – qualcuno, più che essere deluso dal comportamento altrui – dovrà assumersi la resposanbilità delle proprie scelte e di aver portato la situazione ad un punto che – ad oggi – sembra senza ritorno.

TABELLINO

Brindisi-Ischia 1-2

Città di Brindisi: Rosti, Ciano, Centanni, Miale, Masullo, Zaminga, Corvino (85' Greco), Guadalupi, Galetti, Mignogna, Morello (Caravaglio). A disp.: Tedino, De Padova, Caravaglio, De Roma, Greco, Gennari, Sero. All. Maiuri
Ischia: Incarnato, Piscopo, Rainone, Sabia, Micallo, Di Meglio, Ercolano (Savino), Ausiello, Trova, Manzo (85' Mazzocchi), Tito. A disp.: De Luca, Sommella, Minauda, Sarli, Mazzocchi, Saurino, Savio
Reti: 32' Raimone, 60' Guadalupi (rig), 71' Saurino
Ammoniti: Galetti, Gauadalupi, Miale, Masullo, Centanni