SERIE C – Reggina, Maurizi: “Noi ingenui”. Bianchimano: “Lecce molto più forte del Catania”

Tecnico e attaccante all'unisono: "Prendiamo quanto di buono fatto con i giallorossi e restiamo concentrati sul nostro lavoro"

bianchimano-reggina-caputo

Foto: Andrea Bianchimano (©Michel Caputo)

Nel dopogara di Lecce-Reggina non sono mancate le dichiarazioni in casa amaranto, dove hanno parlato in conferenza stampa il tecnico Agenore Maurizi e la punta Andrea Bianchimano, che con una doppietta da vero rapace aveva illuso i sostenitori calabresi.

Maurizi ha fatto i complimenti e al tempo stesso tirato le orecchie ai suoi ragazzi: “Abbiamo fatto un’ottima prestazione, dunque mi dispiace molto essere uscite sconfitto. Con una squadra forte come il Lecce non dovevamo calare di intensità dopo il doppio vantaggio, perché le gare durano novanta minuti. Il primo gol dei giallorossi ci ha creato parecchie difficoltà, e non abbiamo saputo reagire. Siamo stati ingenui, e per questo siamo stati puniti”.

Per il giovane attaccante, oltre a dirsi d’accordo con il suo mister, non c’è dubbio su chi sia più forte tra Lecce e Catania: “E’ vero, dopo lo 0-2 siamo calati e questo è stato un errore che il Lecce non ti perdona, alla luce delle sue qualità. Avevamo preparato la partita proprio in questo modo per quanto riguarda l’approccio, e siamo stati bravi a partire bene. Prendiamo quanto di buono fatto e ripartiamo continuando a lavorare per fare meglio. Chi mi ha impressionato di più tra Lecce e Catania? Nettamente i giallorossi, che hanno dimostrato di essere superiori”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati