SF LEVERANO – Verri: “Col Manduria per il riscatto, serve più cattiveria”. E sulla corsa al titolo…

verri m.

Foto: Matteo Verri

La Salento Football Leverano è attesa, domani, dalla prova Manduria. Un match impegnativo, come sottolinea Matteo Verri, l’esterno made in Cellino San Marco, in forza, da questa stagione, alla squadra leccese. “Il Manduria è una squadra mediamente più giovane della nostra, dove corrono tutti e tutti rispettano alla lettera le consegne. Avranno degli assenti importanti, ma quelli che li sostituiranno non li faranno rimpiangere perché vorranno sicuramente dimostrare tutto il proprio valore. Sarà una partita tosta, difficile, sia per i contenuti tecnici, sia perché giocare in uno stadio come il “Dimitri” non è mai semplice. E poi il Manduria avrà una gran voglia di rivalsa. Proprio come noi, che vogliamo riscattarci da questo momento delicato, per cui anche per loro non sarà facile affrontarci”.

La Salento Football Leverano è reduce dalla sconfitta in casa dell’Avetrana. Un ko che ha fatto suonare un campanello d’allarme, non solo perché rischia di allontanare la squadra dalle posizioni che contano, ma anche per l’atteggiamento messo in campo nel secondo tempo, che non è per nulla piaciuto al presidente, che non le ha di certo mandate a dire. “Il rammarico è tanto, ma le parole del presidente devono servire da stimolo e darci la carica giusta per ripartire. Le prossime due partite sono fondamentali, dobbiamo vincerle assolutamente. Se dovessimo fallire questi due appuntamenti, è chiaro che la situazione si complicherebbe terribilmente, specialmente se quelle che ci precedono dovessero vincere tutte. Abbiamo un organico di tutto rispetto, con individualità importanti, esistono tutte le componenti per fare bene. L’obiettivo playoff è assolutamente alla nostra portata, mentre, per quanto riguarda il campionato, credo che il discorso sia semichiuso, anche se mai dare nulla per scontato. Il torneo dell’anno scorso lo dimostra”.

Galatina e Avetrana stanno correndo fortissimo. Che cosa manca alla sua squadra per recuperare il terreno perduto? “Dobbiamo migliorare sul piano agonistico e mettere in campo più cattiveria. La partita di Avetrana ne è l’esempio lampante. Molto bene nel primo tempo, male nella ripresa, quando abbiamo subito calo mentale. È necessario dare continuità ai risultati e vincere 2-3 partite di seguito potrebbe infonderci la giusta iniezione di fiducia”. La Salento Football ha già incontrato le prime due della classe. Quale ha maggiormente impressionato Matteo Verri? “Sulla carta il Galatina ha la rosa migliore, ma l’Avetrana è quella che esprime il più bel calcio.

Fino a ora, l’esterno classe 1991 ha già messo a segno cinque reti, una in meno del suo compagno Quarta, e ha quasi eguagliato il record dell’anno scorso, quando ne aveva realizzate sei. “Sto attraversando un momento molto positivo a livello personale. Non nego che mi piacerebbe arrivare in doppia cifra”. Di questo passo non sarà difficile.

Articoli Correlati

Lascia un commento