PROMOZIONE – San Giorgio, un’impresa… Real! Galatone ed Avetrana straripanti: il punto

avetrana tifosi

Si ferma la corsa del Fasano nel torneo di Promozione. Dopo cinque risultati utili di fila e quattro vittorie, i brindisini cadono a San Giorgio. La squadra di mister Gidiuli compie l’impresa di giornata imponendosi per 2-0, in un match giocato a porte chiuse per ragioni di inagibilità. Mattatore della gara Palazzo, autore di una doppietta. Tre punti che rappresentano un’autentica boccata d’ossigeno, in ottica salvezza. Nonostante il ko, il Fasano mantiene la vetta, seppur in coabitazione col Galatina, che, sul terreno di gioco amico, non riesce ad andare oltre lo 0-0 con il fanalino di coda Ostuni. Un risultato deludente, nemmeno lontanamente preventivabile alla vigilia. Per i brindisini si tratta del primo punto.

Continua la risalita del Maglie, terzo in classifica a una lunghezza dalla coppia di testa. Contro il San Vito, i giallorossi collezionano la quarta vittoria di fila. Doppio Di Santantonio e Iunco firmano il 3-0, in otto minuti di fuoco, al 30’, 32’ e 38’ del secondo tempo. Frena la Salento Football Leverano, in casa del Racale: Luciano Quarta sblocca allo scadere della prima frazione di gioco, ma intorno alla mezzora della ripresa Elia rimonta e fa 1-1. Resta in scia l’Avetrana, che torna a vincere dopo il ko interno contro il Galatina: i biancorossi superano per 4-2 il Carovigno al comunale della “Nzegna” grazie alle reti di Arcadio, Gioia, doppietta per lui, e Valerio Cimino. Inutili il vantaggio di Russo e il gol di Raffaello che accorcia le distanze. Goleada del Galatone contro il Manduria: vantaggio biancoverde con De Pascalis, Diaw pareggia i conti, poi è Migali-show con una tripletta; in mezzo la marcatura di Nico per il 5-1 finale. Per il Galatone si tratta della prima gioia da tre punti.

Nonostante i dieci punti in classifica e il passaggio del turno in coppa, il ko di Galatone segna la fine dell’avventura di Nicola Zella sulla panchina del Manduria. A ore si dovrebbe conoscere il nome del suo successore. Il Tricase dei giovani conquista un punto prezioso sulla terra battuta di Lizzano e aggancia a quota dieci il Manduria. La squadra di mister Branà, costretta in inferiorità numerica per oltre trentacinque minuti di gioco, passa in vantaggio, grazie al figlio d’arte Causio, ma viene raggiunta, in avvio di ripresa, da De Comite. Infine, colpo grosso del Leporano che sbanca il comunale di Uggiano: decide la rete di Carrieri al 21’ pt.

Articoli Correlati

Lascia un commento