PROMOZIONE – Il Carovigno parte col turbo: per l’Otranto non c’è scampo

(di Davide LEONE) – Il risultato poteva essere ancora più ampio se i locali non si fossero imbattuti in un superlativo Baglivo e fossero stati piu cinici sottoporta. Mister Monna, complice il forfait di Dario Vignola, schiera la propria compagine con un 4-5-1, mentre l'Otranto è schierato con un più offensivo 4-2-3-1, con De Vito a fare gioco di sponda per le incursioni di Longo e Garrappa. Dopo un'iniziale fase di studio, sono i brindisini a trovare la prima occasione e già al 17' vanno in vantaggio: un lancio perfetto di Lazzaro mette in condizioni Di Palmo di presentarsi solo davanti a Baglivo. Il tiro dell'esterno di casa incoccia lo stinco di Previtero e la palla finisce la sua corsa in rete.

Il vantaggio acquisito permette ai locali di continuare a macinare gioco e mettere in apprensione la retroguardia salentina. Al 23' arriva il raddoppio: Pizzolla, con caparbietà, va a conquistare palla ai sedici metri, si libera di Serra e con un tiro angolato mette la sfera alle spalle di Baglivo. L'Otranto, in piena confusione, rischia di capitolare nuovamente al 27' con il tiro di Denisi che è miracolosamente deviato in angolo da Baglivo. Al 30' piove sul bagnato per l'Otranto che resta in dieci uomini per l'espulsione dell'attaccante De Vito, reo di aver rivolto una frase irriguardosa al primo assistente.

Gli idruntini corrono ai ripari: fuori i difensori Nicolì e Salatino, dentro Mirello e Aprile, rispettivamente centrocampista e attaccante. I cambi espongono gli ospiti alle pericolose ripartenze dei padroni di casa che tuttavia non riescono a sfruttare le vaste praterie concesse. Nei secondi quarantacinque minuti la sostanza in campo non cambia. L'Otranto cerca in tutti i modi di conquistare metri, cercando quel gol che riaprirebbe la contesa. Il Carovigno, che di pericoli non ne corre, è bravo a ripartire a turno con gli esterni Denisi e Di Palmo.

Nel giro di dieci minuti il Carovigno ha ben quattro occasioni per mettere in ghiaccio l'incontro ma Baglivo si oppone alla grande alle conclusioni di Di Palmo, Denisi e Pizzolla (due volte). Al 75' l'Otranto si rende pericoloso dalle parti di Termite: bravo è Conte a destreggiarsi in area e tirare da buona posizione ma la mira è scarsa, con la palla che termina alta sulla traversa. Poi ci prova Mirello che non aggancia il pallone in transito sulla traiettoria davanti a Termite: occasione facile, sfumata.

Sul finire di gara Pizzolla ha l'occasione per il terzo gol: il pallone schiacciato a terra, in area piccola, supera Baglivo e si deposita sulla parte alta della rete ospite. Dopo tre minuti di recupero il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi e il Carovigno si raduna sotto la tribuna centrale a raccogliere i meritati applausi dei suoi sostenitori. Ottima partita, ben organizzata in campo da mister Monna che non ha concesso agli avversari di affondare più di tanto verso la porta dei locali. Un Carovigno che ha tutte le carte in regola per raggiungere posizioni prestigiose nella classifica generale.

***

CAROVIGNO – OTRANTO 2-0

CAROVIGNO: Termite, Marinosci, Schena Marinelli, Vignola Lazzaro, Di Palmo (78' Vinci) Prodi (75' Gioia) Denisi, Pizzolla, Carlucci, (90'Cecere). All Monna
OTRANTO: Baglivo, Nicolì, (40' Mirello) Previtero, Serra, Salatino (40' Aprile), Conte, Urso, Garrappa, De Vito, Presicce, Longo (61' Krespha). All. Salvadore
Arbitro: Gambarota di Barletta
Reti: 17' Di Palmo, 23' Pizzolla

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati