MESAGNE-TRICASE – Rossoblù, cinici e spietati, arriva la vittoria playoff. I padroni di casa sbattono su Leopizzi

La formazione di Errico passa al "Guarini" per 1-2 grazie alle reti di Elia e Salguero. Di Santantonio accorcia per i padroni di casa che non riescono a trovare il pari complice l'ottima prestazione del portiere rossoblù

tricase-tifosi_estefanazzi

Foto: ©E. Stefanazzi

È il Tricase ad aggiudicarsi la finale playoff del girone B di Promozione, passando per 1-2 sul sintetico del “Guarini” di Mesagne. Gli ospiti si dimostrano spietati sotto porta, sfruttando al meglio le uniche due occasioni avute durante il match; i padroni di casa pagano un avvio di gara sbadato e devono fare i conti con un Leopizzi a tratti insuperabile.

Pronti via e Tricase in vantaggio. Disattenta la retroguardia gialloblù, Elia si fa trovare pronto in area su un assist dalla sinistra e deposita in rete da pochi passi. Replicano i locali al 10’: Coccioli viene innescato da un bel lob di Nyassi, l’esterno non è preciso nel controllo e sfuma una buona possibilità per i padroni di casa; due minuti e Mummolo si rende pericoloso con un diagonale, dopo aver saltato in dribbling Rizzo, ma la sfera conclude la sua corsa sul fondo. La formazione di casa mantiene costantemente l’iniziativa: al 27’ Leopizzi disinnesca la conclusione velenosa di Molfetta.

Al 35’ uno spietato Tricase trova il raddoppio: Salguero è ben assistito in area e di prima intenzione incrocia un diagonale non irresistibile ma preciso su cui Lamarina non può nulla. Marangio allora prova a dare ai suoi la scossa gettando nella mischia Di Santantonio, precauzionalmente in panchina. Al 44’ clamorosa ingenuità di Giorgetti: l’ex Novoli, già ammonito, conclude ugualmente un’azione fermata dal direttore di gara per fuorigioco cercando un pallonetto verso la porta di Lamarina e beccandosi il secondo giallo.

Complice la superiorità numerica, il Mesagne inizia il secondo tempo attaccando a testa bassa. Al 9’ Di Santantonio chiama agli straordinari Leopizzi con il pezzo forte della casa, il calcio di punizione. Al 12’ traversone di Coccioli, Mummolo anticipa il proprio marcatore calciando al volo di sinistro da distanza ravvicinata, strepitoso Leopizzi nella risposta. Un minuto ed i due calciatori di casa si invertono i ruoli: lancio illuminante di Mummolo per Coccioli, l’ex Manduria, solo davanti a Leopizzi, fallisce il controllo e perde il tempo per battere a rete. Al 25’ rasoiata di Gioia dal limite, l’estremo difensore ospite si accartoccia e controlla.

Al 27’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il direttore di gara ravvisa un tocco di mano in area da parte di Striano ed indica il penalty in favore del team di Marangio: Di Santantonio spiazza Leopizzi e riapre il match. Al 37’ altra iniziativa di Di Santantonio, determinante Leopizzi nel cacciare letteralmente il pallone fuori dalla porta quando il pari mesagnese sembrava ormai cosa fatta. Allo scadere, punizione dentro del solito Di Santantonio, Gioia sbuca sul secondo palo ma di testa, nonostante la posizione favorevole, non trova la porta.

Nei cinque di recupero, Mesagne generosamente in avanti ma non riesce a violare la resistenza di un Tricase che, al triplice fischio, può esultare per la vittoria dei playoff. Per i gialloblù, tuttavia, un kappaò indolore: il successo della Fortis Altamura nella finale playoff del girone A mette i murgiani al primo posto nella graduatoria dei ripescaggi; la formazione del presidente Todisco, complice il successo della Coppa Italia, si posiziona al secondo posto. Al terzo proprio il Tricase, in quanto squadra vincente dei playoff ma con il minor numero di punti conquistati durante la stagione regolare.

QUI IL TABELLINO DI MESAGNE-TRICASE

Luigi ALEMANNO
Giornalista pubblicista dal 2011, vicedirettore di SalentoSport.net. Responsabile della redazione sportiva di Teleonda dal 2009 al 2012, corrispondente per Piazzasalento dal Comune di Gallipoli dal 2012 al 2014, responsabile della comunicazione per la S.S.D. Gallipoli Football 1909 Srl dal 2012 al 2015.

Articoli Correlati