MESAGNE – Mummolo, magic moment: “Spingiamo sull’acceleratore”. E sull’Ugento…

Il giovane attaccante non vuole fermarsi e guarda lontano: "Non mi pongo mai degli obiettivi. Lavoro settimana dopo settimana come tutti i miei compagni, quel che verrà sarà ben accetto"

mummolo-tamburrino

Foto: Mummolo e Coccioli - ©M. Tamburrino

Il grande mattatore dell’inizio di stagione mesagnese è sicuramente Gianni Mummolo. Con sei gol, di cui due in coppa, l’attaccante di San Donaci è il più prolifico dei suoi e attualmente detiene la leadership solitaria della classifica marcatori del girone.

Un momento d’oro per lui. “Sì, sicuramente è un bel momento, anzi, un inizio ottimo – ammette Mummolo -. “Ma devo ringraziare la squadra e il mister: il mio rendimento è frutto del lavoro di tutti”. Il suo momento fa il paio con quello della squadra: quattro vittorie in quattro uscite ufficiali, primo turno di coppa superato e primo posto della classifica, sia pure in coabitazione con altre tre squadre. Il Brindisi deve guardarsi le spalle da questo Mesagne? “Siamo partiti col piede giusto ed era quello che volevamo. Col mister stiamo lavorando dal 31 luglio e credo che fino a ora lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Sappiamo che il Brindisi sarà la squadra da battere, ha giocatori di altre categorie, ma noi ci stiamo impegnando per fare sempre del nostro meglio. Il campionato è molto lungo e insidioso”.

Nel prossimo turno il Mesagne andrà a fare visita all’Ugento, contro una squadra intenzionata a cancellare lo zero nella casella delle vittorie in campionato e in generale si tratta di un momento di certo non positivo, coinciso anche con la fuoriuscita dalla coppa. “Sicuramente sarà una partita difficilissima, anche perché loro, come ogni altra squadra, vorranno fare punti in casa. Abbiamo lavorato in settimana per questo match, sappiamo che non è facile ma ce la metteremo tutta per portare punti a casa”.

E a livello personale, dove vuole arrivare Gianni Mummolo? Non mi pongo mai degli obiettivi. Lavoro settimana dopo settimana come tutti i miei compagni, quel che verrà sarà ben accetto. Spero solo di arrivare più in alto possibile. Ma sempre con i piedi per terra”.

Articoli Correlati