MANDURIA – Cosma mette in guardia i suoi: “Non mi fido del San Vito, ricordiamo il ko con l’Ostuni”

cosma

Foto: G. Cosma

È iniziato con un sorriso il 2016 del Manduria. Anzi con tre, tanti quanti sono i gol rifilati dai biancoverdi, domenica scorsa, al Leporano. Una vittoria per 3-1 che riscatta dal ko di fine anno con l’Uggiano e che consente al Manduria di mettere nel mirino la zona play off. Giustamente soddisfatto il tecnico dei messapici, Gianluca Cosma. “Sapevamo che non sarebbe stato un match facile, soprattutto tenuto conto degli assenti, Mancuso, Massari e Greco, con De Nitto e Riezzo recuperati all’ultimo momento ma partiti dalla panchina, e del fatto che avevo alcuni uomini a mezzo servizio, come Calò e Gennari. L’essere passati in svantaggio su un campo difficile a livello ambientale e reso pesante dalle piogge non ci ha aiutati. Tuttavia non abbiamo perso la calma e la compattezza, ma abbiamo cominciato a macinare gioco e, a differenza di altre volte, abbiamo giocato molto di più con la palla a terra e già nel primo tempo abbiamo creato 3-4 occasioni da gol. Abbiamo segnato tre reti e due, a mio avviso regolari, sono state annullate ad Arcadio. L’aver giocato col tridente ci ha sicuramente giovato, in quanto ci ha consentito di  creare di più”.

Mattatore della gara Francesco De Pascalis. L’attaccante di Avetrana si fa trovare sempre pronto ogni volta che viene chiamato in causa. La doppietta rifilata al Leporano gli fa conquistare lo scettro di capocannoniere della squadra, nonostante la novità tattica. “Per quanto riguarda De Pascalis, ho deciso di schierarlo più esterno – sottolinea mister Cosma – per evitare che si pestasse i piedi con Scarciglia, mettendo Gennari a svariare tra centrocampo e attacco, e i risultati si sono visti dal momento che Gennari e Arcadio si sono cercati tanto e così abbiamo avuto modo di creare di più sulla tre quarti”. Distilla serenità e fiducia mister Cosma, ma guai a parlare di play off. “So di avere a disposizione un buon gruppo. Stiamo lavorando benissimo, grazie anche al prezioso contributo del professor Mastrovito. La pausa ci è servita per ritrovare la serenità perduta, perché abbiamo potuto lavorare senza l’assillo dei risultati. Ma non pensiamo ai play off. Dobbiamo vivere alla giornata e concentrarci sulla singola partita. Il campionato è molto equilibrato e la classifica corta. La squadra c’è e con un paio di vittorie potremmo scalare qualche posizione, ma, ripeto, pensiamo alla singola partita”.

E domenica arriva il fanalino di coda San Vito. Un match, sulla carta, dall’esito scontato, ma mister Cosma ammonisce. “Non mi fido del San Vito. Sappiamo di dover prendere la partita con le molle, memori, soprattutto, del ko con l’Ostuni. Cercheremo di fare la gara dal primo all’ultimo minuto e di ben figurare davanti al pubblico amico. Avrò ancora delle assenze e un centrocampo da inventare, sono sicuro che chi scenderà in campo sarà più che mai motivato. Occorre dare continuità alla vittoria col Leporano”. Non saranno del match Erario, Arcadio, Greco e Massari. L’appuntamento è per le 14.30 allo stadio “Nino Dimitri” di Manduria.

Articoli Correlati

Lascia un commento