GALLIPOLI – De Falco doma il Gallo. Fragagnano si conferma bestia nera dei giallorossi

Partire dalla fine per raccontare quello che è stato il trend di una domenica da dimenticare: minuto 40 della ripresa, Nobile, cecchino implacabile, si presenta dagli 11 metri facendosi ipnotizzare da Signorelli. Un rigore che sarebbe stato ininfluente per il risultato e degno di nota solo per il tabellino, più in generale l’istantanea di una giornataccia in cui va tutto davvero storto alla truppa Bray che ritorna da Fragagnano con tre gol sul groppone e un bilancio disciplinare pesante tanto più se fra sette giorni al "Bianco" ci sarà la neocapolista Galatina.

Chi si aspetta un Fragagnano rinunciatario e arroccato nella propria area di rigore rimane deluso: il team di mister Simone scende in campo subito spigliato e disposto a giocarsela alla pari con i giallorossi dando vita ad un primo tempo subito frizzante: al quarto Gallù scende bene sull’out mancino e mette in mezzo un pallone invitante con Nardo che riesce a deviare solo con la coscia senza impensierire Stanca.

Replica immediata di Romano che dall’interno dell’area libera un diagonale su cui Signorelli non ha problemi. All’ottavo Renis si accentra da sinistra e prova il rasoterra su cui l’estremo biancoverde si dimostra ancora una volta attento. Al minuto 10 l’episodio che cambia volto all’incontro: azione insistita del Fragagnano, con Casalino a terra in area da qualche minuto per una botta ricevuta, i giallorossi si lasciano sorprendere dal traversone di Nardo con De Falco che da pochi passi di testa insacca.

Gli animi si accendono e la gara inizia a sfuggire di mano al gravemente insufficiente Cascella di Bari. Il Gallo accusa il colpo a al ventesimo i padroni di casa ne approfittano: angolo di Nardo, De Falco liberissimo sul palo lungo ancora di testa spinge il pallone in fondo al sacco. A questo punto i ragazzi di Bray provano a reagire ma il massimo prodotto è un colpo di testa di Nobile che termina la sua corsa tra le braccia di Signorelli; l’occasione ottima per rientrare in partita capita sui piedi di Renis, pescato dalla pennellata di Legari, ma il centravanti dopo l’ottimo controllo non riesce ad inquadrare la porta a tu per tu con il numero uno di casa.

Nella ripresa ci si attende un Gallipoli d’assalto ma alla supremazia territoriale giallorossa non corrispondono occasioni da rete a raffica: all’ottavo Renis di petto controlla e dribbla due avversari ma la conclusione è da dimenticare. A ridosso del quarto d’ora Cascella sale in cattedra e manda sotto la doccia Legari per doppio giallo (il primo per proteste, il secondo francamente eccessivo per un fallo di gioco) e successivamente mister Bray su indicazione del primo assistente.

Al ventottesimo gli ospiti hanno una buona occasione per rimettere in piedi l’incontro: sponda intelligente di Tarantino, Renis batte al volo, Signorelli bravo e fortunato risponde con una prodezza; appena 60 secondi e Candida non approfitta del liscio di Greco spedendo il pallonetto direttamente in bocca a Stanca. Stanca protagonista in negativo al minuto 35: la conclusione di Zammillo non è irresistibile, il numero uno giallorosso non trattiene e Palese in tap in fa tre a zero gelando i numerosi supporters del Gallo presenti al “Santa Sofia”.

Come detto in apertura al quarantesimo la possibilità per il gol della bandiera con Cascella che assegna il penalty per la trattenuta in area ai danni di Migali: Signorelli intuisce tuffandosi alla sua destra completando un pomeriggio da sogno per i suoi. C’è ancora tempo per altri due rossi: il fischietto barese li esibisce a Romano e Antonicelli, rei di non essersele mandate a dire. La formazione di Simone fa suoi altri 3 punti che la proiettano in acque più tranquille; per il Gallo uno stop inatteso non tanto nel risultato quanto nelle modalità con cui lo stesso si è configurato, con lo scettro della classifica lasciato alla coppia Galatina-Sogliano.

FRAGAGNANO 3
GALLIPOLI 0

Marcatori: De Falco al 10’ e 20’ pt, Palese al 35’ st.

FRAGAGNANO: Signorelli, Pezzarossa, Gallù, Zammillo (Andriulo dal 36’ st), Palese, Galzarano, Guarini (Guagnano dal 33’ st), Antonicelli, De Falco (Pulpito dal 30’ st), Nardo, Candida. All. Simone.

GALLIPOLI: Stanca, Vincenti, Casalino, Legari, Greco, Tarantino, Romano, Pellegrino (Migali dal 12’ st), Nobile, De Razza, Renis. All Bray.

Ammoniti: Candida, Tarantino, Guarini, De Razza, Casalino, Nardo.
Espulsi: Legari per doppia ammonizione, Romano e Antonicelli per reciproche scorrettezze.
Note: Nobile fallisce un calcio di rigore al 40’ st.

Luigi ALEMANNO
Giornalista pubblicista dal 2011, vicedirettore di SalentoSport.net. Responsabile della redazione sportiva di Teleonda dal 2009 al 2012, corrispondente per Piazzasalento dal Comune di Gallipoli dal 2012 al 2014, responsabile della comunicazione per la S.S.D. Gallipoli Football 1909 Srl dal 2012 al 2015.

Articoli Correlati