Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALATONE – Situazione di stallo. De Leo: “Ecco le nostre richieste”, Nisi: “Alcune improponibili…”

La cordata guidata da Giacomo Margiotta non tornerà alla guida del Galatone. Non lo farà se non a determinate condizioni che, tuttavia, l’Amministrazione comunale non è disposta a rispettare. E i responsabili del Real Galatone non si avvicineranno al titolo dell’Unione Sportiva. “Chiediamo l’elargizione del contributo relativo al 2015 ed al 2016 – dichiara Massimo De Leo, dirigente della cordata di Margiotta – senza la decurtazione delle spese per acqua e luce, l’anticipo della maggior parte del contributo legato al 2016 ed al 2017, il prolungamento della convenzione connessa al comunale Gigi Rizzo per altri cinque anni ed il pagamento dell’iscrizione al prossimo campionato di Promozione”.

“La convenzione – spiega il sindaco Livio Nisi – prevede che dal contributo vadano sottratti i costi di energia ed acqua e va rispettata. Siamo pronti ad elargire il contributo come da accordi e siamo disposti ad anticipare una parte di quello 2016 e 2017. Il prolungamento della convenzione è improponibile in quanto non intendiamo impegnarci per chi guiderà il comune nel prossimo quinquennio. Presto, tra l’altro, dovremmo essere in grado di avviare il procedimento per l’appalto dei lavori previsti presso lo stadio”.