GALATINA – Tornano le ‘Iene’ di SS: intervista doppia ai fratelli De Razza

fratelli de razza

Foto: A. De Razza - @D. Nestola / S. De Razza - @A. Calò

Di fratelli calciatori la storia ne ha conosciuti tanti. In principio furono i Cevenini, negli anni ’20: giocarono nell’Inter e in due partite furono schierati tutti e cinque contemporaneamente. Poi, fu la volta dei Sentimenti, a cavallo tra gli anni ’40 e ’50. Gli addetti ai lavori dovettero dar loro una numerazione per poterli distinguere: divennero Sentimenti Primo, Sentimenti Secondo e così via, fino ad arrivare al Quinto. La storia più recente ricorda i fratelli Baresi, Lucarelli, Inzaghi, Cannavaro e per spaziare fuori dai confini nazionali i fratelli Laudrup, Neville, Tourè e Boateng. Per non parlare dei gemelli Filippini, Zenoni e De Boer. La storia del calcio ne propone tanti di esempi, ma i più famosi furono loro, James e Jason, i celeberrimi gemelli Derrick del cartoon “Holly e Benji”. Impossibile dimenticare la loro “catapulta infernale”. Senza scomodare santi e icone animate del calcio mondiale, rimaniamo entro i confini del calcio pugliese e salentino in questo caso, perché i protagonisti dell’intervista doppia, stavolta, sono i fratelli Antonio e Stefano De Razza, i due fortissimi centrocampisti di Nardò, in forza alla Pro Italia Galatina.

Nome:

A: Antonio.

S: Stefano.

Età:

A: 34 anni.

S: 31 anni.

Soprannome:

A: Nessuno per adesso.

S: Nessuno.

Presentati con tre aggettivi:

A: Testardo, perspicace, riservato.

S: Calmo, riflessivo, affidabile.

Presenta tuo fratello con tre aggettivi:

A: Intelligente, umile, forte.

S: Buono, socievole, smemorato.

Squadra dove giochi?

A: Galatina.

S: Galatina.

Squadra dove vorresti giocare?

A: Barcellona.

S: PSG.

Ruolo?

A: Trequartista/centrocampista.

S: Centrocampista centrale.

Modulo preferito?

A: Il 4-3-3 come lo fa il Barca.

S: 4-4-1-1.

Single o impegnato?

A: Io sono molto impegnato con il mio grande amore che è mio figlio.

S: Marito di una moglie bellissima e padre di una bambina stupenda, quindi impegnatissimo!

Le tre cose principali che guardi in una donna:

A: Lato b, occhi/sguardo, sorriso.

S: Occhi, labbra e sedere.

Da piccoli chi era il cocco di mamma tra voi due?

A: Il cocco è sempre il più grande, ma lui non si può lamentare.

S: Lui sicuramente.

Chi è il più forte tra voi due?

A: A calcio io, ma lui è più forte a briscola.

S: Io sono più forte ma lui è più bravo, mettiamola così.

Chi è il più bello tra voi due?

A: Sempre io, ma lui ha la grande fortuna di somigliare a me.

S: Dicono io, dicono.

Chi è il più intelligente?

A: Sempre io, ma lui sta imparando bene.

S: Io.

Chi cucca di più?

A: Qui è davvero una bella lotta.

S: Adesso lui!

Tatuaggi?

A: I tatuaggi penso debbano sempre significare qualcosa. Io ho tatuaggi dedicati a mio figlio.

S: Sì, qualcuno.

Quando è stata l’ultima volta che ti sei fatto una canna?

A: Lo sto facendo adesso per rispondere alle tue domande Maria!

S: 5-6 anni fa.

Quando è stata l’ultima volta che ti sei ubriacato?

A: Sto per iniziare adesso che ho l’impressione che la canna non basti per continuare a rispondere.

S: Sempre 5-6 anni fa.

Quando è stata l’ultima volta che hai detto una cazzata?

A: Ne sto dicendo e ne continuerò a dire tante ancora in questa intervista.

S: Più che detto ho fatto, ma sono passati talmente tanti anni!

Il nome del miglior compagno di squadra che hai avuto:

A: A parte mio fratello, a due compagni sono sempre stato legato nel campo e fuori dal campo e sono Renzo Ruggiero e Vito Tarantino.

S: Beh, qui sembrare retorica, ma senza dubbio mio fratello.

Il nome del peggiore compagno di squadra che hai avuto:

A: Il peggiore non te lo dirò mai!

S: Meglio non fare nomi.

Che percentuale ha ancora il Galatina di vincere il campionato?

A: Il Galatina deve crederci sempre. Non sarà facile perché adesso non dipende più da noi. Vinciamole tutte, poi si vedrà. Il calcio è strano.

S: Matematicamente non è ancora deciso nulla, quindi dico il 100%.

La parolaccia che usi più spesso:

A: Non dico parolacce, forse qualcuna, ma non posso dirtele dai.

S: Non dico parolacce.

Posizione preferita per fare l’amore:

A: La cosa che preferisco è variare. Bisogna cercare di essere fantasisti anche lì e non avere una sola posizione preferita.

S: Non ho preferenze in merito, mi piace spaziare.

La tua fantasia sessuale più nascosta:

A: Di fantasie siamo pieni nella nostra testa. Però una che mi viene in mente adesso è farlo in volo su un aereo, non sarebbe male.

S: Non sono un fantasista.

Fossi un animale, quale saresti?

A: A me fin da piccolo è sempre piaciuta tantissimo la tigre.

S: Un leone, è il più rispettato tra gli animali.

Il tuo punto debole?

A: I miei punti deboli li conosce tutti mio figlio. Lui conosce tutte le mie debolezze. Basta chiedere a lui.

S: Il faccino tenero di mia figlia a una sua richiesta. Non riesco a dirle di no.

Totti o Spalletti?

A: Totti per forza!

S: Totti.

Juve o Napoli?

A: Napoli.

S: Napoli.

Messi o Cristiano Ronaldo?

A: Messi, come non si può dire Messi!

S: Messi.

Sabrina Ferilli o Michelle Hunziker?

A: Sabrina Ferilli.

S: Sabrina Ferilli.

Lady Gaga o Adele?

A: Lady Gaga.

S: Lady Gaga.

Destra o sinistra?

A: Se intendi politicamente, niente.

S: Nessuna delle due.

Favorevole o contrario al matrimonio tra coppie gay?

A: Contrario proprio a qualsiasi tipo di matrimonio.

S: Favorevole.

Dì a tuo fratello una cosa che non gli hai mai detto prima.

A: Non ti sposare! Scherzo, scherzo. Quello che voglio dirgli lo sa già, che è davvero un grande orgoglio avere un fratello come lui. Ti auguro tutta la felicità possibile. Ti voglio bene fratello mio!

S: Inizia a pensare un po’ al tuo bene e se hai bisogno sai dove trovarmi!

Una volta appese le scarpette al chiodo, ti piacerebbe fare l’allenatore?

A: Per adesso non ci penso ancora a fare l’allenatore.

S: Assolutamente no.

Fai un saluto per gli amici di Salentosport!

A: Un grosso abbraccio a tutti gli amici di Salento Sport e anche a te Maria per questa bella e simpatica intervista.

S: Un saluto agli amici di Salento Sport. Che scocca!

Articoli Correlati