PROMOZIONE – Il focus sul girone B: Ostuni sorprendente, Salento Football sterile. Primo punto Ugento

Cade il Brindisi, al primo stop in campionato, per mano della formazione di Ciraci. Non si ferma il Mesagne, che vince in rimonta il derby col Carovigno e si ritrova da solo al comando

ugento-tifosi

La quarta giornata del campionato di Promozione sarà ricordata, soprattutto, per la caduta del Brindisi, che, complice anche l’inferiorità numerica a cui la squadra di Danilo Rufini è stata costretta per oltre settantacinque minuti, fallisce il primo big match di stagione. Circostanza, che, tuttavia, non deve togliere forza ai meriti dell’Ostuni, confermatosi squadra di sostanza, oltre che di qualità. Ancora una volta a segno i nuovi gemelli del gol, Petruzzella e Gennari, ma sugli scudi l’uomo che non ti aspetti, il difensore col vizietto del gol (già tre per lui in campionato): Danese firma il gol del 2-1 e si procura il fallo da cui scaturisce il rigore del definitivo 3-1. Ed ecco materializzarsi la vendetta dell’ex.

Con questa vittoria, l’Ostuni scavalca in classifica il Brindisi e si piazza al secondo posto a -2 dal Mesagne. Ma ora testa al prossimo impegno: domenica prossima gli uomini di mister Carbonella saranno impegnati sul difficile campo del Maglie, contro una squadra che non segna tantissimo, sono cinque i gol all’attivo, ma che subisce poco (con tre reti incassate è la miglior difesa, insieme a Mesagne e Brindisi). Il Brindisi è chiamato al riscatto, al “Fanuzzi”, contro il Talsano, ma occhio ai tarantini, che domenica scorsa hanno finalmente colto la prima vittoria e soprattutto hanno spazzato con un netto 3-0 il Tricase, che fino a quel momento così tanto bene aveva fatto. Per l’ex capolista resta la consolazione del miglior attacco, con dodici reti all’attivo.

Chi invece fatica e non poco a metterla dentro è la Salento Football, solo due gol segnati e peggior attacco del torneo. Contro il Racale, per gli uomini di Angelo De Benedictis arriva il secondo pari consecutivo, unica squadra, insieme a Ugento e Massafra, a non riuscire, ancora, a cogliere la prima vittoria. Restano, invece, imbattute, Mesagne, Ostuni, Lizzano e Uggiano. A punteggio pieno il Mesagne. I gialloblù sono più forti anche dell’emergenza e vincono in rimonta contro il Carovigno. In evidenza Rini, con una doppietta e il solito Mummolo, che fallisce pure un calcio di rigore. L’attaccante di San Donaci si prende la leadership solitaria della classifica cannonieri con cinque marcature.

E domenica prossima big match con il Lizzano, reduce dalla vittoria di Massafra, in cui Galeandro è stato protagonista con una doppietta. Una sfida ricca di spunti, tra due squadre che fanno soprattutto dell’equilibrio la loro arma principale. Resta a quota zero il Massafra, fanalino di coda solitario della classifica. Lo stacca, di una lunghezza, l’Ugento, che coglie, in rimonta, il primo punto del suo torneo, sul campo del Deghi. E nel prossimo turno scontro diretto proprio tra Ugento e Massafra, mentre la squadra di mister Rollo dovrà misurarsi con le ambizioni del Racale.

Secondo 1-1 consecutivo per l’Uggiano, che si fa rimontare dal Maglie, ma resta agganciato al treno play off. Le velleità di Alessandrì e compagni saranno messe alla prova nella quinta giornata, quando l’Uggiano andrà a fare visita a un Carovigno in cerca di rivalsa. Dopo il successo della prima giornata, solo sconfitte per il Sava, superato in casa dal Copertino, alla prima vittoria in campionato. Test delicato, quello di domenica prossima tra Copertino e Salento Football, per il Sava trasferta sul campo di un arrabbiato Tricase.

Articoli Correlati