Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

[ESCLUSIVA SS] LEVERANO – Renis: “Che coppia con Cazzella! Se a febbraio saremo in alto…”

È stato subito un avvio importante quello di Antonio Renis con la nuova casacca del Leverano; l’ex Gallipoli ha guidato i suoi, in coppia con l’altro bomber Cazzella, nella striscia di quattro vittorie consecutive, portando i bianconeri a “soli” cinque punti dalla vetta. L’attaccante copertinese ha parlato del suo momento e della squadra in esclusiva per Salentosport.

Quattro gol in tre partite, diversi assist, 12 punti totali conquistati: è stato subito un Renis decisivo per il Leverano. “Purtroppo è arrivata anche l’espulsione però (sorride, ndr). Ho iniziato bene questa avventura, mi trovo alla grande in un ottimo ambiente e in gruppo sensazionale. Poi quando le cose girano per il verso giusto è tutto più facile. Attendiamo conferme anche quando le cose andranno meno bene. Siamo comunque una buona squadra che con grande concentrazione se la può giocare contro chiunque”.

Con Cazzella, a giudicare dal rendimento in queste quattro gare insieme, sembra esserci un feeling naturale. “La carriera di Giampiero (Cazzella, ndr) parla da sola e non merita altre aggiunzioni. In campo, è vero, ci capiamo al volo, so cosa vuole fare, dove vuole la palla o dove la restituirà. È facile giocare con lui, ma bisogna comunque sempre migliorare, anche se, per caratteristiche, siamo una coppia ben assortita: daremo grandi soddisfazioni”.

A cinque punti dal Casarano è lecito sognare o il discorso campionato può essere qualcosa di più di un sogno per il Leverano? “Come ogni anno saranno determinanti le prossime cinque partite: poi capiremo per quale obiettivo potremo giocare. Se arriverà un filotto di vittorie e a febbraio, marzo, saremo nel gruppo di testa con poco distacco, allora ce la giocheremo fino alla fine. Intanto dobbiamo migliorare le cose che ci vengono meno bene, trovare la giusta concentrazione e onorare la Coppa Italia, a cui tiene la società tiene molto”.

Dopo la promozione col Gallipoli del 2012, potresti essere il talismano del Leverano quest’anno? “Speriamo. Il Leverano è una società giovane che sta crescendo di pari passo alla squadra: senza affrettare i tempi e caricarci di troppe pressioni, speriamo di poter far bene anche se sono convinto che un eventuale promozione non lascerebbe sorpreso nessuno. Qui ci sono molte persone valide, brillanti: tutti saprebbero come comportarsi”.