[ESCLUSIVA SS] LEVERANO – La ricetta di Nestola: “Con una vittoria prenderemo slancio e morale”

nestola-gianni-ph-dino-longo

Foto: GIanni Nestola (©Dino Longo)

E’ stato il migliore in campo dei suoi nella partita che il Leverano ha giocato a Fragagnano. Ha finito la gara indossando la fascia di capitano, della sua Leverano. Gianni Nestola è un veterano della categoria e a Fragagnano è sempre andato in rete, quando giocava con Novoli e Otranto. Domenica niente gol ma un punto prezioso.

Cosa vi siete detti alla fine della partita di domenica?
“Niente di particolare. Domenica è stata una partita difficile e, alla luce di quanto visto in campo, un punto per noi era importante visto che abbiamo finito la gara in nove per le espulsioni di Quarta e Cazzella“.

Due punti in tre partite sembrano pochi per la principale candidata al salto in Eccellenza. Colpa del calendario o c’è altro?
“Il calendario non è stato dei più soft con Otranto, San Cesario e Fragagnano. E’ un campionato difficile e non ci aspettavamo di avere solo due punti. Come ha detto anche mister Branà, nelle precedenti partite siamo stati sfortunati perchè meritvamo di vincere. Ci manca solo una vittoria per dare morale al nostro gruppo e dare lo slancio al nostro campionato”.

Leverano a parte, si parla bene anche di San Cesario e Otranto come squadre candidate per un posoto al sole. Chi potrà realmente insidiarvi?
“E’ un campionato equilibrato: non ci sono avversari da temere in particolare. La constanza di risultati potrebbe fare la differenza. Io non sottovaluto nessuno e oltre a Otranto e San Cesario ci metto Maglie e Fragagnano”.

Gioved ospiterete il Novoli nell’andata del secondo turno. Il mister ha detto che vuole il trofeo per andare in Eccellenza.
“Si. Ci teniamo ad andare avanti in coppa perché vincendo questo trofeo possiamo andare in Eccellenza direttamente. A Novoli ho tanti bei ricordi e quest’anno hanno costruito una squadra di ottimo livello. Non è un avversario facile ma giocheremo per vincere”.

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati