UGENTO – La storia di Jamali, difensore afghano col vizio del gol: “Qui per costruirmi un futuro”

Il pari di domenica scorsa dell’Ugento, per 3-3 sul campo del Sud Salento, porta una firma afghana. Najip Jamali, 18enne di religione musulmana, è salito alle luci della ribalta realizzando una doppietta. Tifoso della Fiorentina, grande estimatore di Cristiano Ronaldo e Andrea Pirlo, Jamali ha una storia tutta particolare da raccontare, nonostante la giovanissima età: “Sono molto contento -esordisce il difensore giallorosso- soprattutto per aver ripagato la fiducia dei miei compagni, dell’allenatore e della dirigenza. Con la mia famiglia non potevamo vivere più in Afghanistan e siamo scappati in Iran. Qui sono rimasti i miei genitori e i miei familiari, io invece ho continuato il mio viaggio. Sono arrivato in Italia con tante speranze, convinto che qui potessi crearmi un futuro“.

Jamali poi, sprovvisto di documenti, viene trasferito nella comunità “San Francesco” di Gemini: “Ho iniziato quindi a frequentare la scuola Media -prosegue Jamali- e a seguire diverse attività all’interno della struttura che mi ospita tuttora, nonostante sia maggiorenne”. Dopo lo scorcio finale di stagione, l’anno passato, in Seconda Categoria, il difensore afghano col vizietto del gol è ora una delle colonne portanti dell’Ugento e come detto, domenica, col Sud Salento al 94′ si è presentato sul dischetto realizzando la rete del pari: “Avevo di fronte Santino Monteduro, uno dei portieri più esperti del torneo. In effetti la porta mi è sembrata più piccola, ma il pallone è finito dentro. Ora bisogna iniziare a vincere”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati