PRIMA CATEGORIA – Giudice sportivo: Mottola vince a tavolino, Racale falcidiato. I provvedimenti sui gironi B e C

Il recupero della sedicesima giornata del girone B tra Nuova Squinzano e United Mottola, disputato il 15 marzo, era terminato 2-2. Il Giudice sportivo ha accolto il reclamo del club tarantino che ottiene la vittoria a tavolino e balza al secondo posto in classifica

espulsione-arbitri_mcoribello

Foto: ©M. Coribello

Il Giudice sportivo ha accolto il reclamo presentato dallo United Mottola, relativo al match del 15 marzo contro la Nuova Squinzano (recupero della 16esima giornata del girone B di Prima Categoria), condannando la compagine leccese alla sanzione sportiva della perdita della gara per 0-3 a tavolino (il match era terminato 2-2). Lo United Mottola aveva contestato le posizioni dei calciatori dello Squinzano Giuliano De Michele e Gianmauro Isidoro, i quali sono risultati entrambi tesserati in data successiva a quella di disputa della gara. Questa la nuova classifica.

Norba Conversano 58
Unite Mottola 57
Brilla Campi 56
R. Rutiglianese 56
AEL Grottaglie 50
Capurso 44
San Marzano 41
DB Manduria 37
Manduria 32
Castellaneta 27
V. Locorotondo 26*
RS Crispiano 24
San Vito 21
Savelletri 19
L. Erchie 14*
N. Squinzano 4

NOTE: Grottaglie un punto di penalizzazione; L. Erchie e V. Locorotondo una gara in meno

Queste le decisioni del Giudice sportivo dopo la venticinquesima giornata nei gironi B e C. Non omologato il risultato di San Vito-AEL Grottaglie per il preannuncio di reclamo presentato dal sodalizio tarantino.

CALCIATORI – Una giornata per Cosimo Latte, Antonio Balestra (Castellaneta), Gabriele Greco, Filippo Francioso, Mattia Falco, Davide Castrignanò (Città di Racale), Pasquale Minonna, Marco Geusa (GC Cutrofiano), Andrea Petracca (Capo di Leuca), Domenico Lovergine (FC Capurso), Francesco D’Ignazio, Alberto Conserva (San Vito), Domenico Azzariti (R. Rutiglianese), Stefano Candita, Cristian Eletto (San Marzano), Luigi Zilli (Taurisano).

DIRIGENTI – Domenico Spadavecchia (Manduria) inibito fino al 26 aprile.

La Corte sportiva d’Appello, infine, ha parzialmente accolto il reclamo presentato dal Lorenzo Mariano, in opposizione ai provvedimenti adottati dal Giudice sportivo dopo la gara contro l’Atletico Veglie del 4 marzo scorso, riducendo l’ammenda a carico della società scorranese da 2.000 a 1.000 euro. Confermata, invece, la decisione di far disputare al Lorenzo Mariano una gara a porte chiuse ed in campo neutro.

Luigi ALEMANNO
Giornalista pubblicista dal 2011, vicedirettore di SalentoSport.net. Responsabile della redazione sportiva di Teleonda dal 2009 al 2012, corrispondente per Piazzasalento dal Comune di Gallipoli dal 2012 al 2014, responsabile della comunicazione per la S.S.D. Gallipoli Football 1909 Srl dal 2012 al 2015.

Articoli Correlati