Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

1ª CATEGORIA – Gir. C: minacce, spintoni e coltellini vaganti, il Giudice sportivo stanga il Centro Jonico Taranto. Gli squalificati della 20ª

È successo di tutto durante Centro Jonico Taranto-Uggiano, giocata domenica scorsa, finita 1-1. Il Giudice sportivo, sulla base del referto arbitrale, ha usato la mano pesante, sui calciatori e sui dirigenti della compagine tarantina. Nel referto, tra l’altro, si parla di “due persone estranee”, che avrebbero “spintonato” l’arbitro di quella gara, mentre stava percorrendo il corridoio che porta agli spogliatoi, al termine del primo tempo, e “lo strattonavano prendendolo dal petto, provocandogli intenso dolore ed impedendogli di accedere all’interno dello spogliatoio”. Inoltre, subito dopo, “uno dei due aggressori mostrava al Direttore di gara un coltellino che brandiva con la mano destra, minacciandolo di tagliargli la gola ove non avesse concesso 2 rigori in favore della squadra locale”. Di seguito sono riportate, per intero, le sanzioni comminate a calciatori, dirigenti e squadre militanti nel girone C.

CALCIATORI Sette giornate a Bevilacqua (Centro Joni co TA); quattro giornate a Richella (Centro Jonico TA); due giornate a Ferraro (Minervino) e Polito (Campi); una giornata a Le cci (Andrano), Gioia e Leo (Avetrana), Pisano (Campi), Stefanelli e Castriota (Parabita), Mariano (Stella del Colle), Renis, Delli Noci, Pagano e Francioso (Veglie).

DIRIGENTI – Inibito sino al 21 marzo Massafra (Avetrana) e sino al 30 giugno Buia (Centro Jonico TA).

MULTE – 100 euro al Novoli.

Il Giudice sportivo, inoltre, ha condannato il Centro Jonico Taranto a giocare per le prossime tre partite casalinghe in campo neutro e a porte chiuse , da scontarsi immediatamente. A condire il tutto, una multa di 500 e uro.

La Disciplinare, infine, ha ridotto da due a una le giornate di squalifica al terreno dell’Uggiano (pena, quindi, già scontata).