Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TARANTO – Papagni si appella agli infortuni: “Spero non siano gravi”. Stroppa: “Taranto ben messo”

Giovanni Stroppa e Aldo Papagni hanno umori opposti al termine della partita che ha visto prevalere il Foggia per 2-0 sul Taranto. Un risultato preventivato alla vigilia, scaturito dal maggior tasso tecnico dei dauni che hanno sempre tenuto in pugno la partita. Papagni, tecnico del Taranto, si appella agli infortuni di Altobello e Stendardo che hanno rovinato i piani: “Gli infortuni non ci hanno aiutato ad affrontare la gara nel migliore dei modi. E’ stato un regalo di cui il Foggia non aveva bisogno. La sconfitta era preventivabile alla vigilia anche se non è mai ben accetta. Ora sono più preoccupato degli infortuni e spero che tornino presto a disposizione. Il percorso di crescita continua e prosegue di pari passo con il lavoro. I risultati maturati oggi evidenziano, ancora una volta, che è necessario restare sempre sul pezzo se si vogliono evitare pericolosi scivoloni. Cedric? Volevo arginare le loro incursioni sulla destra dove agivano due giocatori forti come Sarno e Angelo. Il primo gol? Non so quanto fosse voluto ma posso dire che Angelo è stato il calciatore più pericoloso dei suoi“.

Stroppa ha commentato così la partita vinta dai suoi uomini: “Il Taranto è venuto allo Zaccheria con due pullman davanti alla propria porta e non era facile superarli. Erano ordinati e ben messi in campo. Siamo stati bravi a far girare la palla ed a trovare il guizzo giusto per andare in gol. L’abbiamo chiusa solo nei minuti finali ma abbiamo avuto tante occasioni per farlo prima. Questo successo” – conclude – “conferma che siamo sulla strada giusta“.