MARTINA FRANCA – Scivolone al Granillo, Gjuci regala tre punti d’oro alla Reggina

(di Giovanni GULLI) – Perde in riva allo Stretto il Martina e rinfranca una Reggina, ultima in classifica, che, a conti fatti e con gli acquisti effettuati e le trattative in corso, con i tre punti di questa sera potrebbe aver imboccato una corsia di accelerazione che possa condurla a giocarsi la salvezza con le dirette concorrenti.

Troppo brutto il Martina del “Granillo” per essere vero. Forse le voci di mercato, forse la preparazione alla gara odierna disturbata dal maltempo, sta di fatto che i ragazzi di Ciullo si fanno infilare in una delle due uniche disattenzioni serali e perdono una gara che, per le occasioni avute, probabilmente avrebbero anche meritato di pareggiare, non fosse altro che i calabresi hanno creato una sola palla gol nel secondo tempo.

I ritmi iniziali sono lenti con la Reggina che non riesce ad imporre il proprio gioco mentre il Martina cerca di sfruttare le fasce. Il primo pericolo lo creano i locali con un cross dalla sinistra per il numero Maimone che, solo davanti a Bleve, cerca il secondo palo ma manda la sfera fuori, con la difesa del Martina che va a vuoto nella circostanza. La risposta del Martina è affidata ad un calcio di punizione dai venti di metri di Montalto che al 20′ costringe il portiere Kovacsik ad alzare in angolo il pallone. Sugli sviluppi del corner, avvolgente trama di gioco del Martina che mette Fabiano nelle condizioni di battere a rete da due passi, praticamente quasi dal limite dell’area piccola, con l’estremo di casa che si salva d’istinto e devia la sfera in angolo, con l’aiuto di un compagno di reparto. Dal possibile vantaggio del Martina si passa al gol dei calabresi che sfruttano una discesa sulla destra di Karagounis che mette la palla al centro, con la difesa martinese sbilanciata, dove l’accorrente, classe ’98, Gjuci deve solo depositare da due passi la palla in rete: Reggina in vantaggio e gol segnato dagli amaranto dopo un digiuno durato ben 712′. La reazione del Martina è debole, confusionaria e produce solo una semirovesciata al 41′ in area, su cross dalla sinistra, di Fabiano che cerca e per poco non trova il secondo palo, con Kovacsic sorpreso.

Nella ripresa i calabresi inseriscono Masini sperando di corroborare l’asfittico attacco, mentre Ciullo cerca la velocità negli spazi stretti di Diop per smuovere le acque. Il Martina di inizio ripresa è determinato a cercare il pari. Ci prova al 7′ Montalto che entra di prepotenza in area, cerca e trova lo spazio per un cross basso a tagliare l’area sul quale, però, nessun compagno accorre per deviare in rete una palla d’oro. Brunetti, tra i migliori dei suoi, cerca la porta al quarto d’ora, ma la soluzione di potenza è centrale e Kovacsik para a terra. Nemmeno l’inserimento della fisicità di Kalombo riesce a dare sostanza; troppo arcigno è il muro eretto dalla Reggina a difesa dei propri sedici metri.

Occorre attendere il 36′ per vedere una conclusione dalle parti di Kovacsik, con un colpo di testa debole di Montalto, su cross di Brunetti, con palla a lato. Rischia grosso il Martina al 42′, quando il neo entrato Lancia, innsecato in contropiede, vede Bleve uscire fuori dall’area ed indirizza a rete un pallone che, per fortuna dei biancazzurri, è fuori misura. A nulla serve il forcing finale del Martina, se non a non vedersi concedere un giusto rigore per fallo di Karagounis al 94′ su Montalto, trattenuto e messo a terra platealmente.

Ed al fischio finale fanno festa i calabresi mentre i giocatori del Martina si trattengono per diversi minuti sotto il settore ospiti con Montalto che dialoga coi tifosi, presumibilmente per chiedere loro scusa per l’opaca prestazione. Domenica prossima, intanto, big-match al “Tursi” dove renderà visita il Foggia di De Zerbi che ha strapazzato a domicilio la Paganese rifilandole quattro reti. Il Martina non potrà più concedersi battute d’arresto come questa e dovrà ripartire col piglio giusto.

***
Martedì 6/1/2015, ore 20.00
Stadio “Granillo” di Reggio Calabria
Lega Pro gir. C 2014/15 – 19^ giornata

REGGINA – MARTINA 1-0
RETI: 24’pt Gjiuci

REGGINA: Kovacsik, Ungaro, Di Lorenzo, Camilleri, Karagounis, Maimone, Mazzone, Armellino, Viola (22’st Lancia), Salandria (1’st Masini), Gjuci (29’st Condemi). A disposizione: Cetrangolo, Perrone, Scionti, Insigne. Allenatore: Alberti

MARTINA FRANCA: Bleve, De Giorgi, Memolla (11″#39;st Kalombo), De Lucia, Brunetti, Fabiano, Arcidiacono, De Risio (1’st Diop), Montalto, Magrassi, Tomi. A disposizione: Modesti, Samnick, Calvetti, Buccolieri, Lezzi. Allenatore: Ciullo

ARBITRO: Piscopo di Imperia (Cipressa – Di Stefano)

NOTE: Serata con cielo sereno. Terreno in discrete condizioni. Spettatori 1000 con rappresentanza ospite. Ammoniti: Di Lorenzo, Camilleri, Ungaro e Mazzone (RE); Memolla e Diop (MF). Espulso all’89’ Camilleri per doppia ammonizione. Angoli: 9-1 per il Martina. Recupero: pt 3′; st 5′ .

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

  • rizzo-coribello LECCE – Rizzo sul Catania: “Una squadra arrabbiata con Lodi a dettare i tempi”. Pacilli e Marino ok

    “Lavorare reduci da una vittoria aiuta sempre. Ripartiamo dalla prestazione offerta con il Trapani, di carattere, attenzione e determinazione”. Così Robertino Rizzo alla vigilia di Catania-Lecce, in programmi domani sera, in terra siciliana, con calcio di inizio fissato alle ore 20.30. “Questa mattina abbiamo svolto la rifinitura in Calabria – ha aggiunto – Pacilli e Marino…

  • magri-di-campi VIRTUS FRANCAVILLA – Magrì: “Polverone politico sulla questione stadio. Ora religioso silenzio”

    Il presidente onorario della Virtus Francavilla, Antonio Magrì, ha posto chiarezza col seguente comunicato sulla questione legata al “Giovanni Paolo II”. “Ancora una volta – si legge nella nota diffusa dal club biancazzurro – apprendo con stupore che una mia dichiarazione sulla questione stadio ha dato vita ad un polverone politico con diverse prese di…

  • bleve caputo LECCE – Doppio movimento di portieri: Bleve parte, blindato Chironi

    Movimento di portieri in casa Lecce. La società ha appena ufficializzato l’allungamento del contratto con Gianmarco Chironi, estendendolo sino al 30 giugno del 2020. Contestualmente i giallorossi hanno ceduto, a titolo temporaneo e con diritto d’opzione, il diritto alle prestazioni sportive di Marco Bleve alla Ternana Calcio. Per Bleve si tratta, quindi, di approcciarsi al…

  • Comunicato ufficiale Taranto TARANTO – Ufficio stampa e segreteria si rifanno il look

    Il Taranto prosegue l’opera di allestimento del nuovo organigramma societario, che si colora di rosa. A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del tecnico e del direttore sportivo, la società presieduta da Elisabetta Zelatore annuncia gli arrivi di Ninni Cannella, in qualità di addetto stampa e della signora Mariagrazia Sigrisi, a capo della segreteria. A fargli…

  • caturano-salvatore-lecce-leccesetteIT LECCE – Meluso blinda Caturano: “Lo vogliono? Costa almeno due milioni”. Agostinone saluta

    Ancor prima dell’inizio del campionato, il Lecce è costretto a difendersi da un attacco avversario. Non parliamo di sfide sul campo bensì dietro la scrivania, poiché il neo retrocesso Pisa si è lanciato a capofitto alla ricerca di un attaccante il cui profilo risponde al nome di Salvatore Caturano. Il tecnico dei toscani Carmine Gautieri ha…