MARTINA FRANCA – L’Ischia dilaga al ‘Tursi’, isolani avanti in Coppa Italia

martina franca logo

Preludio domenicale al campionato col terzo turno del girone eliminatorio di Coppa Italia di Lega Pro per il rinnovato Martina Franca di Pasquale Salerno. Avversario di giornata l’Ischia dell’esperto Bitetto.

Diverse le assenze per il Martina, con Baclet e Schetter fermi ancora ai box, e gara amarcord per diversi calciatori in campo, tutti ex- Taranto, con Gabrielloni, sul fronte martinese, Mirarco e Porcino su quello isolano.

Il caldo estivo incide relativamente nella prima frazione, con l’Ischia che si rende subito pericoloso con un tiro dal limite di Calamai che impegna alla respinta coi pugni Petrachi. Il Martina è in rodaggio, mentre gli isolani sono decisamente più in palla, con schemi in velocità e con giocatori che si trovano a memoria.

La prima azione degna di nota dei locali porta la firma di Scialpi che al 13′ finalizza dal limite un’azione avvolgente in pressing sui difensori ospiti, chiamando alla respinta a terra Mirarco. Al 16′ punizione dalla sinistra di Mancino con palla buona per Filosa che, tutto solo davanti a Petrachi, tocca debolmente facilitando la presa dell’estremo martinese. Replica biancazzurra con un tiro-cross di Curcio al 21′ dalla sinistra che per poco non beffa Mirarco, mandando la palla alta di poco sulla traversa. Al 25′ Fall colpisce l’esterno della rete, sfruttando uno schema in area con palla servitagli centralmente da Mancino. Sul capovolgimento di fronte, azione di rimessa del Martina con Gaetani che entra in area ma fa un dribbling di troppo su Filosa, che recupera su di lui e gli impedisce di arrivare solo davanti a Mirarco. Al 27′ Kanoute, lasciato troppo solo dai centrali martinesi, ha tutto il tempo di mirare a rete, ma Petrachi gli respinge a terra il tiro; l’azione prosegue, cross di Mancino dalla sinistra per Fall che cade a terra e reclama il rigore. Sfiora ancora il vantaggio l’Ischia al 31′ con Kanoute che va via sulla sinistra, eludendo il fuorigioco, e, nonostante il disturbo di due avversari, cerca il secondo palo che sfiora per pochi centimetri. Nel momento migliore dell’Ischia, giunge al 36′ il gol del Martina. Secondo angolo della gara battuto alla sinistra di Mirarco da Scialpi e deviazione vincente sotto rete nell’angolo di Gaetani. Nemmeno il tempo di festeggiare che il Martina subisce un minuto dopo il pari ad opera di Kanoute, dimenticato sull’out di sinistra dai difensori biancazzurri, il quale ha tutto il tempo di piazzare la palla tra le gambe di Petrachi che poco può nella circostanza.

Salerno lascia negli spogliatoi Giura ed inserisce Rullo. Una mossa che non si rivelerà proprio del tutto azzeccata, nel contesto dell’economia generale della gara. Martina che si fa vedere all’8′ con un tiro dai venticinque metri di Viola che va fuori di poco alla sinistra di Mirarco. Al 9′ Petrachi prima esce a vuoto su cross dalla sinistra, ma poi, sul prosieguo dell’azione, respinge il tiro di Mancino e dopo salva sul tap-in cercato da Kanoute, deviando la palla in angolo. Al 11′ Rullo atterra Fall e viene espulso per fallo da ultimo uomo: rigore che Mancino realizza, spiazzando Petrachi. In pratica, la mossa con la quale Salerno ha cercato di dare più compattezza e solidità al reparto arretrato si è rivelata disastrosa per l’esito della gara, col Martina che resta in dieci e col tecnico biancazzurro che, a questo punto, toglie Gaetani e lancia nella mischia l’esperto De Lucia, sperando di serrare i ranghi.

Al 21′ azione di contropiede dei campani con Kanoute che serve a sinistra il liberissimo Mancino che si esibisce in una semi rovesciata diretta a rete, ma sulla strada che porta al terzo gol trova prima la deviazione di Petrachi e poi il palo, guadagnando solo un calcio d’angolo. Al 29′ dribbling a rientrare sulla sinistra di Scialpi che elude la marcatura di un difensore e cerca il secondo palo, sfiorandolo. Al 41′ Kanoute, il migliore in campo, entra in area dalla destra, ubriaca di finte il diretto avversario ed indirizza a rete un pallone che attraversa tutto lo specchio della porta e finisce sul fondo. In pieno recupero, al minuto 48, Curcio spintona energicamente Kanoute che termina a terra. Rigore decretato dall’arbitro con Fall che lo trasforma di potenza e decreta il 3-1 finale per gli isolani che garantisce anche il passaggio del turno per i ragazzi di Bitetto.


Domenica 30/8/2015, ore 16,00
Stadio “G.D. Tursi” di Martina Franca (TA)
Lega Pro gir. C 2015/16 – Coppa Italia – girone H

MARTINA FRANCA-ISCHIA 1-3
RETI: 36’pt Gaetani (MF), 37’pt Kanoute (IS), 11’st Mancino (IS) su rigore e 48’st Fall (IS) su rigore

MARTINA: Petrachi, Allegra, Curcio, Giura (1’st Rullo), Migliaccio, Cristofari, Scialpi, Viola, Gaetani (12’st De Lucia), Bogliacino, Gabrielloni (32’st Puntar). A disposizione: Simone, Cardore, Zappacosta, Basso. Allenatore: Salerno

ISCHIA: Mirarco, Florio, Porcino, Filosa, Bruno, Izzillo (31’st Palma), Armeno, Calamai, Fall, Mancino (37’st Mercadante), Kanoute. A disposizione: Iuliano, Moracci, Bargiggia, Bacio Terracino, Manna. Allenatore: Bitetto

ARBITRO: Ivan Robilotta di Sala Consilina (SA) (M. Robilotta – Manzolillo)

NOTE: Pomeriggio assolato con temperatura intorno ai 32°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 700. Ammoniti: Izzillo, Kanoute e Bruno (IS), Curcio (MF). Angoli: 7 – 3 per l’Ischia. Recupero: st 4′. Espulso al 11’st Rullo (MF) per fallo da ultimo uomo. Osservato un minuto di silenzio in memoria di Biagio Catalano, già calciatore del Martina negli anni ’70.

Articoli Correlati

  • rizzo-coribello LECCE – Rizzo sul Catania: “Una squadra arrabbiata con Lodi a dettare i tempi”. Pacilli e Marino ok

    “Lavorare reduci da una vittoria aiuta sempre. Ripartiamo dalla prestazione offerta con il Trapani, di carattere, attenzione e determinazione”. Così Robertino Rizzo alla vigilia di Catania-Lecce, in programmi domani sera, in terra siciliana, con calcio di inizio fissato alle ore 20.30. “Questa mattina abbiamo svolto la rifinitura in Calabria – ha aggiunto – Pacilli e Marino…

  • magri-di-campi VIRTUS FRANCAVILLA – Magrì: “Polverone politico sulla questione stadio. Ora religioso silenzio”

    Il presidente onorario della Virtus Francavilla, Antonio Magrì, ha posto chiarezza col seguente comunicato sulla questione legata al “Giovanni Paolo II”. “Ancora una volta – si legge nella nota diffusa dal club biancazzurro – apprendo con stupore che una mia dichiarazione sulla questione stadio ha dato vita ad un polverone politico con diverse prese di…

  • bleve caputo LECCE – Doppio movimento di portieri: Bleve parte, blindato Chironi

    Movimento di portieri in casa Lecce. La società ha appena ufficializzato l’allungamento del contratto con Gianmarco Chironi, estendendolo sino al 30 giugno del 2020. Contestualmente i giallorossi hanno ceduto, a titolo temporaneo e con diritto d’opzione, il diritto alle prestazioni sportive di Marco Bleve alla Ternana Calcio. Per Bleve si tratta, quindi, di approcciarsi al…

  • Comunicato ufficiale Taranto TARANTO – Ufficio stampa e segreteria si rifanno il look

    Il Taranto prosegue l’opera di allestimento del nuovo organigramma societario, che si colora di rosa. A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del tecnico e del direttore sportivo, la società presieduta da Elisabetta Zelatore annuncia gli arrivi di Ninni Cannella, in qualità di addetto stampa e della signora Mariagrazia Sigrisi, a capo della segreteria. A fargli…

  • caturano-salvatore-lecce-leccesetteIT LECCE – Meluso blinda Caturano: “Lo vogliono? Costa almeno due milioni”. Agostinone saluta

    Ancor prima dell’inizio del campionato, il Lecce è costretto a difendersi da un attacco avversario. Non parliamo di sfide sul campo bensì dietro la scrivania, poiché il neo retrocesso Pisa si è lanciato a capofitto alla ricerca di un attaccante il cui profilo risponde al nome di Salvatore Caturano. Il tecnico dei toscani Carmine Gautieri ha…

Lascia un commento