MARTINA FRANCA – Letizia dà un dispiacere ai padroni di casa, il Matera espugna il “Tursi”

stadio tursi

Foto: Lo stadio "Tursi"

Seconda sconfitta consecutiva per il Martina Franca e questa volta, col minimo sforzo e col minimo sindacale, a conquistare i tre punti è il Matera di Padalino, ordinato, cinico e messo bene in campo. Di fronte una formazione itriana figlia di una situazione parossistica, con tante di quelle fibrillazioni societarie e tecniche che farebbero ammalare di mente anche una persona completamente sana. Col caos societario in corso, con Lippolis che, nel giro di quarantottore ha lasciato presidenza e società, a farne le spese è anche la guida tecnica, nel senso che Argentesi, secondo dell’esonerato Incocciati, è squalificato ed allora a sedere sulla panca martinese è Alfredo Cimino, preparatore dei portieri, in pratica all’esordio in Lega Pro.

Il Martina prova subito a sorprendere il Matera ed al 1′ Baclet costringe Bifulco a deviare in tuffo in angolo il tiro angolato scagliato dal francese verso la porta lucana. La formazione di Cimino, priva di Franchini, squalificato, gioca in pratica di rimessa, mentre il Matera conquista e mantiene una certa supremazia territoriale. Al 21′ Carretta va in progressione sulla sinistra, crossa in area per Meola, il cui tiro rasoterra, deviato da un difensore, fa la barba al palo sinistro di Viotti e per il Matera c’è solo un angolo. Il Martina, in fase di non possesso, con un compatto 4-5-1, pressa il portatore di palla e soffoca il gioco del Matera che, pur mantenendo il pallino del gioco, non trova proprio spazi. Per sbloccare il risultato, allora, ci vuole il classico episodio ed ecco che il Matera, col Martina in avanti, crea un’azione di rimessa al 36′ con Letizia che se ne va in progressione sulla sinistra, entra in area, cerca e trova l’angolo basso alla sinistra di Viotti, la cui uscita risulta vana: Matera in vantaggio e partita che si spacca. Il gol mortifica più del dovuto il Martina che non riesce proprio ad essere incisivo.

Il cliché della ripresa non cambia e nemmeno le sostituzioni cambiano l’inerzia del match. Al 16′ Cristea, da poco entrato, costringe Bifulco alla respinta su tiro dal limite: in pratica, è questa l’unica vera occasione da gol che la formazione di casa riesce a produrre nel secondo tempo. Al 23′, su Meola solo davanti a Viotti, Sirignano salva deviando la palla col corpo oltre la traversa. Poi non accade più nulla fino alla fine e, ad emblema del disastro sportivo in cui sta incappando il Martina quest’anno, va segnalato che persino Viotti, in un tentativo di arrembaggio finale, ha cercato di dare un contributo in attacco. Ora alla società passa la mano e la parola, nel senso che bisogna operare una vera e propria ricostruzione sulle macerie lasciate dalla fallimentare gestione Lippolis, sperando anche di salvare la stagione dal punto di vista sportivo, evitando l’ultimo posto e giocandosela fino alla fine.

***

Domenica 15/11/2015, ore 14.30
Stadio “G.D. Tursi” di Martina Franca (TA)
Lega Pro gir. C 2015/16 – 11^ Giornata

MARTINA FRANCA – MATERA 0 – 1
RETI: 36’pt Letizia (MT)

MARTINA: Viotti, Allegra, Curcio, De Lucia (6’st Cristea), Migliaccio (16′ Sirigano), Marchetti, Gabrielloni (26’st Basso), Viola, Baclet, Bogliacino, Schetter. A disposizione: Gabrielli, Antonazzo, Cristofari, Zappacosta, Rullo, Gaetani, Danese, Puntar, Cardore. Allenatore: Cimino

MATERA: Bifulco, Ingrosso, Tomi, De Rose (46’st De Franco), Zaffagnini, Piccinni, Meola (34’st Di Lorenzo), Iannini, Letizia, Amellino, Carretta (39’st Albadoro). A disposizione: Biscarini, Rolando, Scognamillo, D’angelo, Regolanti, Pagliarini, Kurtisi. Allenatore: Padalino

ARBITRO: Pillitteri di Palermo (Scarica – Iovine)

NOTE: Pomeriggio con temperatura gradevole e terreno in buone condizioni. Spettatori 1000 con buona rappresentanza ospite. Ammoniti: De Lucia, Viola, Bogliacino e Cristea (MF); Carretta (MT). Angoli: 5 – 4 per il Matera. Recupero: pt 3′ ; st 4′.

Articoli Correlati

  • rizzo-coribello LECCE – Rizzo sul Catania: “Una squadra arrabbiata con Lodi a dettare i tempi”. Pacilli e Marino ok

    “Lavorare reduci da una vittoria aiuta sempre. Ripartiamo dalla prestazione offerta con il Trapani, di carattere, attenzione e determinazione”. Così Robertino Rizzo alla vigilia di Catania-Lecce, in programmi domani sera, in terra siciliana, con calcio di inizio fissato alle ore 20.30. “Questa mattina abbiamo svolto la rifinitura in Calabria – ha aggiunto – Pacilli e Marino…

  • magri-di-campi VIRTUS FRANCAVILLA – Magrì: “Polverone politico sulla questione stadio. Ora religioso silenzio”

    Il presidente onorario della Virtus Francavilla, Antonio Magrì, ha posto chiarezza col seguente comunicato sulla questione legata al “Giovanni Paolo II”. “Ancora una volta – si legge nella nota diffusa dal club biancazzurro – apprendo con stupore che una mia dichiarazione sulla questione stadio ha dato vita ad un polverone politico con diverse prese di…

  • bleve caputo LECCE – Doppio movimento di portieri: Bleve parte, blindato Chironi

    Movimento di portieri in casa Lecce. La società ha appena ufficializzato l’allungamento del contratto con Gianmarco Chironi, estendendolo sino al 30 giugno del 2020. Contestualmente i giallorossi hanno ceduto, a titolo temporaneo e con diritto d’opzione, il diritto alle prestazioni sportive di Marco Bleve alla Ternana Calcio. Per Bleve si tratta, quindi, di approcciarsi al…

  • Comunicato ufficiale Taranto TARANTO – Ufficio stampa e segreteria si rifanno il look

    Il Taranto prosegue l’opera di allestimento del nuovo organigramma societario, che si colora di rosa. A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del tecnico e del direttore sportivo, la società presieduta da Elisabetta Zelatore annuncia gli arrivi di Ninni Cannella, in qualità di addetto stampa e della signora Mariagrazia Sigrisi, a capo della segreteria. A fargli…

  • caturano-salvatore-lecce-leccesetteIT LECCE – Meluso blinda Caturano: “Lo vogliono? Costa almeno due milioni”. Agostinone saluta

    Ancor prima dell’inizio del campionato, il Lecce è costretto a difendersi da un attacco avversario. Non parliamo di sfide sul campo bensì dietro la scrivania, poiché il neo retrocesso Pisa si è lanciato a capofitto alla ricerca di un attaccante il cui profilo risponde al nome di Salvatore Caturano. Il tecnico dei toscani Carmine Gautieri ha…

Lascia un commento