MARTINA FRANCA – Con l’Akragas riprende la corsa per la salvezza. Arriva un punto ma potevano essere tre…

martina franca logo

Riprende in Sicilia contro l‘Akragas il cammino verso la salvezza del Martina Franca di Franceschini. Il punto conquistato dimostra che per la formazione pugliese quello di Matera è stato solo un episodio, tant’è che per lunghi tratti è stato proprio il Martina a avere in mano il pallino del gioco e, a conti fatti, se avesse conquistato l’intera posta in palio non sarebbe stato uno scandalo.

Rispetto a Matera, Franceschini mischia le carte, specie sugli esterni difensivi, inserendo dal primo minuto Allegra e Basso, mentre in avanti Diakite, Dianda e Taurino, supportati da Rajcic, vanno a formare un inedito trio d’attacco per i biancazzurri.

Partono bene i siciliani che al 3′, su corner dalla sinistra, si rendono pericolosi con Muscat di testa che manda la palla di un soffio alta sulla traversa. Il Martina prende coraggio, con i ritmi che non sono particolarmente elevati, ed al 23′, ancora su angolo, Diakite di testa, con un bello spiovente, manda la palla ad incocciare l’incrocio dei pali alla sinistra di Vono. Questi sono in pratica le uniche palle gol di un primo tempo avaro di emozioni.

Al 2′ della ripresa va annotata una bella azione avvolgente in attacco del Martina, con Diakite che apre a destra per Antonazzo il cui diagonale sul secondo palo finisce fuori di poco. Per essere una formazione con diversi punti in più del Martina, dall’Akragas ci si aspettava decisamente di più. Ed allora al 10′ Marino, su calcio di punizione dal limite, in seconda battuta cerca la porta ma trova solo i guantoni di Viotti, deciso nella parata, come sempre. Ma il Martina oggi ha un passo diverso e trova il gol al minuto 18 con Taurino che, su una buona ripartenza, viene ben servito, compie un gioco di gambe al limite, che disorienta il diretto avversario, e manda la palla nell’angolo alla destra di Vono che, sebbene proteso in tuffo, nulla può. Uno a zero e vantaggio meritato. Rigoli passa in pochi minuti ad un temerario 4-2-4, inserendo nella mischia anche Cristaldi, ma per guadagnare il pareggio ci vuole il classico episodio. Al 36′ Viotti e D’orsi si scontrano nel tentativo di bloccare Di Piazza, che, nell’impatto tra i due calciatori biancazzurri, viene coinvolto e termina a terra: calcio di rigore, francamente generoso, che lo stesso calciatore siciliano trasforma non senza qualche patema visto che il portiere martinese per un soffio non arriva ad intercettare il diagonale rasoterra. Le squadre mandano gli schemi a farsi benedire, anche se l’Akragas fa più confusione che sostanza mentre il Martina gioca più con la testa. L’unico pericolo nel finale lo sventa al 94′ Viotti, che compie un vero e proprio miracolo sportivo su Di Grazia, murandogli la conclusione a botta sicura al termine di un’azione concitata in area.

Nel prossimo turno, derby pugliese al ‘Tursi’ contro la Fidelis Andria.


Sabato 2/4/2016, ore 14.00
Stadio “Esseneto” di Agrigento
Lega Pro gir. C 2015/16 – 29^ Giornata

AKRAGAS-MARTINA FRANCA 1-1
RETI: 18’st Taurino (MF) e 36’st Di Piazza (AK) su rigore

AKRAGAS: Vono, Grea, Capuano, Salandria (21’st Mauri), Muscat, Marino, Dyulgerov, Zibert (29’st Cristaldi), Di Piazza, Madonia (33’st Leonetti), Di Grazia. A disposizione: Maurantonio, De Rossi, Greco, Da Silva, Fiore, Aloi, Candiano, Lo Monaco. Allenatore: Rigoli.

MARTINA FRANCA: Viotti, Allegra (33’st Marchetti), Basso, Di Lauri (41’st Cristofari), D’orsi, Migliaccio, Antonazzo (44’st Berardino), Rajcic, Diakite, Dianda, Taurino. A disposizione: Gabrieli, Curcio, Danese, De Lucia, Cristofari, Topo, Kuseta, Simone. Allenatore: Franceschini.

ARBITRO: Sassoli di Arezzo (Lombardi – Iovine)

NOTE: Pomeriggio dal clima gradevole con temperatura intorno ai 20° e terreno di gioco non al meglio. Spettatori 1000 con una decina di sostenitori provenienti da Martina Franca. Ammoniti: Zibert, Capuano, Cristaldi e Leonetti (AK); D’orsi e Di Lauri (MF). Angoli: 8 – 3 per l’Akragas. Recupero: pt 1′ ; st 5′.

QUI RISULTATI E CLASSIFICA

Articoli Correlati

  • rizzo-coribello LECCE – Rizzo sul Catania: “Una squadra arrabbiata con Lodi a dettare i tempi”. Pacilli e Marino ok

    “Lavorare reduci da una vittoria aiuta sempre. Ripartiamo dalla prestazione offerta con il Trapani, di carattere, attenzione e determinazione”. Così Robertino Rizzo alla vigilia di Catania-Lecce, in programmi domani sera, in terra siciliana, con calcio di inizio fissato alle ore 20.30. “Questa mattina abbiamo svolto la rifinitura in Calabria – ha aggiunto – Pacilli e Marino…

  • magri-di-campi VIRTUS FRANCAVILLA – Magrì: “Polverone politico sulla questione stadio. Ora religioso silenzio”

    Il presidente onorario della Virtus Francavilla, Antonio Magrì, ha posto chiarezza col seguente comunicato sulla questione legata al “Giovanni Paolo II”. “Ancora una volta – si legge nella nota diffusa dal club biancazzurro – apprendo con stupore che una mia dichiarazione sulla questione stadio ha dato vita ad un polverone politico con diverse prese di…

  • bleve caputo LECCE – Doppio movimento di portieri: Bleve parte, blindato Chironi

    Movimento di portieri in casa Lecce. La società ha appena ufficializzato l’allungamento del contratto con Gianmarco Chironi, estendendolo sino al 30 giugno del 2020. Contestualmente i giallorossi hanno ceduto, a titolo temporaneo e con diritto d’opzione, il diritto alle prestazioni sportive di Marco Bleve alla Ternana Calcio. Per Bleve si tratta, quindi, di approcciarsi al…

  • Comunicato ufficiale Taranto TARANTO – Ufficio stampa e segreteria si rifanno il look

    Il Taranto prosegue l’opera di allestimento del nuovo organigramma societario, che si colora di rosa. A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del tecnico e del direttore sportivo, la società presieduta da Elisabetta Zelatore annuncia gli arrivi di Ninni Cannella, in qualità di addetto stampa e della signora Mariagrazia Sigrisi, a capo della segreteria. A fargli…

  • caturano-salvatore-lecce-leccesetteIT LECCE – Meluso blinda Caturano: “Lo vogliono? Costa almeno due milioni”. Agostinone saluta

    Ancor prima dell’inizio del campionato, il Lecce è costretto a difendersi da un attacco avversario. Non parliamo di sfide sul campo bensì dietro la scrivania, poiché il neo retrocesso Pisa si è lanciato a capofitto alla ricerca di un attaccante il cui profilo risponde al nome di Salvatore Caturano. Il tecnico dei toscani Carmine Gautieri ha…