Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LEGA PRO – Giudice sportivo, il Lecce chiude con una multa e un’ammonizione

Il Lecce chiude la stagione con l’ennesima multa e con un’ammonizione per il proprio direttore sportivo Mauro Meluso, espulso nei minuti finali dei tempi regolamentari per proteste nella partita di Alessandria. Il Giudice sportivo, in merito alle gare giocate domenica scorsa, valide come ritorno dei quarti playoff, ha squalificato per una giornata Borghese e Valiani (Livorno), Fanucchi, Nole e Tavanti (Lucchese), Stefani (Pordenone), Sabotic (Reggiana).

Fermato anche l’allenatore del Pordenone Tedino; ammonizione per Servili (Alessandria), Bartoli (Livorno) e Menichini (Reggiana) e, tra i dirigenti, come detto, Meluso (Lecce).

Capitolo società: multa di 2.500 euro all’Alessandria (“propri sostenitori, prima dell’inizio dei supplementari, indirizzavano verso la panchina della squadra avversaria reiterati insulti, minacce e numerosi sputi che colpivano diversi calciatori”); 2.000 euro al Lecce (“perchè propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere nel proprio settore quattro petardi senza conseguenze; perchè un isolato sostenitore, al termine della gara, scavalcava la recinzione ed entrava sul terreno di gioco, prontamente bloccato dalle forze dell’ordine”); 2000 euro di multa anche per Livorno e Lucchese.