VIRTUS FRANCAVILLA C. – Grande entusiasmo alla presentazione, Magrì: “Creare qualcosa di importante”

Si è presentata alla sua città e ai suoi tifosi la Virtus Francavilla Calcio che si appresta a disputare il campionato di Eccellenza da protagonista. Davanti ad un pubblico superiore alle 1500 unità, hanno sfilato tutti i membri del sodalizio biancozzurro: dalla dirigenza, allo staff tecnico, logistico ed infine i giocatori, acclamati a gran voce dai tifosi presenti, già in clima campionato.

Particolarmente toccante è stato il ricordo di Walter Litti cui è stato dedicato un lunghissimo, e sentito, applauso. Poi è stata la volta del numero uno societario che ha preso la parola, prima di presentare il suo staff: “La fusione delle due realtà calcistiche” – sottolinea Magrì – “ha permesso di unire le forze. Vogliamo creare qualcosa di importante e, soprattutto, duraturo. Troppe volte questa città ha toccato il paradiso calcistico e tante volte è ricaduta negli inferi. Da quest’anno vogliamo ripartire per costruire qualcosa di importante: a partire dal settore giovanile che sarà al centro dei nostri piani, per uno sviluppo anche sociale“.

Poi, rivolgendosi alla squadra, chiarisce un aspetto: “A voi chiediamo di onorare la maglia. La nostra è una società molto generosa e pretende di essere ripagata con impegno: si può vincere o perdere ma ciò che conta è onorare la maglia“.

Il tecnico Antonio Calabro sale sul palco e ribadisce il concetto di gruppo e unità di intenti: “Ci stiamo preparando bene: il campionato di Eccellenza non è un torneo facile. Dobbiamo essere umili e uniti perchè solo così possiamo toglierci tante soddisfazioni“. Poi la scelta del capitano: “E’ solo un atto formale perchè tutti i miei ragazzi potrebbero ricoprire questo ruolo. Roberto Taurino, per esperienza e posizione in campo, è la persona giusta per indossare la fascia“.

Appuntamento per domenica 31 agosto, ore 18, ad Ostuni per vedere all’opera la Virtus Francavilla Calcio nella sua prima partita ufficiale dell’anno.

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati