OTRANTO – La storia di Manneh: “A 17 anni mi imbarcai in Libia…”

Originario del Gambia, Manneh è riuscito a strappare un contratto all'Otranto dopo una storia difficile

manneh-suwa-ibou-otranto

Foto: S. I. Manneh

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno |

Da profugo a calciatore dell’Otranto: è la storia di Suwa Ibou Manneh. “Sono nato a Bugdung – racconta il classe ’97 – una città del Gambia. A 17 anni sono andato via dalla mia terra, imbarcandomi in Libia, giungendo in Sicilia dopo un viaggio tremendo. Sono rimasto per quattro mesi in un centro di accoglienza e poi sono stato trasferito nel Salento, a Pisignano, dove mi è stato assegnato un tutor, in quanto minorenne. Nella mia nuova terra sono andato a scuola e nel tempo libero ho coltivato la passione del calcio, che già avevo nel mio Paese, dove frequentavo una scuola calcio”.

“Sono stato notato – prosegue Manneh – da un emissario del sodalizio presieduto da Giovanni Mazzeo, che mi ha proposto di sostenere un provino. Il tecnico Andrea Salvadore ha poi dato il proprio benes tare al mio tesseramento”.

Da quel momento l’ambientamento di Manneh è proseguito alla grande. “Sono alla mia seconda stagione all’Otranto e mi trovo benissimo. Sono perfettamente integrato nel gruppo e spesso l’allenatore mi dà fiducia, mandandomi in campo. La squadra si sta comportando molto bene e questa è una grande soddisfazione per tutti noi”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati