NOVOLI – Sconfitta di Corato, l’ira del club: “Non si discute l’errore, qui l’arbitro ha mentito…”

"Sia chiaro a tutti che non abbiamo nessuna intenzione di mollare, anzi lotteremo fino all’ultimo minuto disponibile per salvare la categoria oltre che per difendere l’onore e la storia della nostra maglia"

novoli-immaginarioXII

Foto: ©Immaginario XII

Rabbia, delusione ma, al tempo stesso, grande voglia di continuare a combattere. In casa Novoli la decisione del Giudice sportivo di omologare il risultato della sfida contro il Corato, 3-0 in favore dei neroverdi baresi, del 21 gennaio scorso, ha lasciato non sono tanto amaro in bocca ma anche un’idea di impotenza a cui il sodalizio rossoblù ha deciso di ribellarsi attraverso una nota ufficiale.

“Il Novoli Calcio alza la voce e decide di farlo nel momento più delicato della stagione, in piena lotta per la permanenza e a sole otto gare dal termine del torneo – si legge – . Non va giù alla dirigenza novolese non solo quanto accaduto a Corato lo scorso 21 Gennaio, ma ancor di più quanto dichiarato dal signor Luca Vittoria di Taranto nel supplemento di rapporto inoltrato al Giudice Sportivo territoriale. In discussione non è più il risultato del campo, in quanto la società ha deciso di non impugnare il verdetto del Giudice Sportivo, bensì le false dichiarazioni che, alla luce di quanto riportato nella decisione del Giudice, l’arbitro avrebbe reso.

Non si discute di un rigore, un gol o un fuorigioco. Non si discute dell’errore umano che, è ovvio, può capitare a chiunque. Si discute di correttezza. C’è un errore tecnico palese: il fischio dell’arbitro che interrompe il gioco prima che il giocatore Lacarra calci il pallone in porta. Poi c’è un arbitro che mente nonostante l’accaduto sia visibile a tutti (tranne che al giudice Sportivo che per regolamento non può prenderlo in esame) perché documentato tramite videoripresa. E non si limita a mentire sul fischio, ma addirittura lo fa due volte raccontando di aver da subito convalidato il goal mentre le immagini ed i commenti dei telecronisti oltre che quelli di tutti i presenti raccontano di come l’arbitro avesse fermato l’azione fischiando punizione in favore del Novoli per fuorigioco salvo cambiare idea dopo le vibranti proteste dei locali ed il colloquio con l’assistente. Un atteggiamento doppiamente antisportivo che meriterebbe una querela, ed in tal senso ci riserviamo di valutare se sia il caso di procedere con le modalità previste dalle normative vigenti . Non possiamo ritenere sufficiente che il medesimo arbitro, dopo una Domenica di pausa forzata, sia stato spedito ad arbitrare in Prima Categoria e in Promozione.

Il Novoli chiede rispetto e maggiore attenzione anche per il prosieguo del campionato. La lotta alla salvezza ha lo stesso valore di quella per il salto di categoria. Richiediamo agli Organi Federali la maggiore vigilanza e meticolosità possibile nelle designazioni arbitrali. Non mettiamo in discussione la buonafede e la professionalità della maggior parte dei componenti la classe arbitrale, ma ci auguriamo di non dover incontrare ancora sul nostro cammino arbitri appartenenti a sezioni di territori direttamente coinvolti, come noi, nella lotta alla salvezza.

Sia chiaro a tutti – conclude il comunicato del club presieduto da Murra che non abbiamo nessuna intenzione di mollare, anzi lotteremo fino all’ultimo minuto disponibile per salvare la categoria oltre che per difendere l’onore e la storia della nostra maglia. Contro tutto e tutti. Vogliamo, però, che ciò accada nella maniera più leale possibile. Consci di poter contare sui nostri tifosi, che mai ci hanno fatto mancare il loro sostegno, e che mai come in questo momento diventano linfa vitale per poter concludere al meglio questa lunga e tormentata stagione”.

Redazione SS
Nata nell'agosto 2010; vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone; eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com; presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati

  • de-candia-coribello CASARANO – Panchina: scende Vadacca, il favorito sembra ora un ex Omnia Bitonto

    Sembra esserci stato un cambio di rotta del Casarano relativamente alla scelta dell’allenatore a cui affidare la panchina per la prossima stagione. Nei giorni scorsi vi avevamo dato conto di Massimiliano Vadacca come identikit forte per guidare le Serpi; la novità delle ultime ore è rappresentata, invece, dal nome di Pasquale De Candia. Il tecnico,…

  • Pallone in rete DILETTANTI – Benemerenze, premiati il Lorenzo Mariano Scorrano e due dirigenti di Brindisi e Melissano

    Sono state rese note con il Comunicato ufficiale odierno del Comitato pugliese Lnd le Benemerenze per dirigenti federali, società e società sportive per l’anno in corso. Queste le nomine ratificate dal presidente Lnd Cosimo Sibilia su segnalazione effettuata dal Comitato regionale e dall’apposita Commissione nazionale: Dirigenti federali con oltre vent’anni di attività: Massimiliano Di Federico…

  • fasano FASANO – Entusiasmo in vista della Serie D: ritiro a Campitello Matese

    C’è aria di calcio che conta nell’ambiente fasanese con il ritiro precampionato della squadra biancazzurra in vista del torneo di Serie D che partirà tra poco più di due mesi. Il Fasano soggiornerà a Campitello Matese (Campobasso) dal prossimo 22 luglio al 5 agosto: la squadra si allenerà nel centro sportivo dell’hotel “Kristall”. Qui la squadra biancazzurra sosterrà…

  • vadacca-massimiliano CASARANO – Un allenatore salentino per il dopo Sportillo? In due verso la riconferma

    Il Casarano sta valutando diverse ipotesi per il post Pietro Sportillo, l’allenatore che nelle ultime due stagioni ha guidato i rossazzurri in Eccellenza. L’ipotesi più probabile al momento porta a Massimiliano Vadacca, 45enne di Copertino, ex tecnico di San Severo e Manfredonia, in Serie D. Per lui si tratterebbe di un ritorno, in quanto vestì…

  • zaminga-claudio_rfrisco CASARANO – Zaminga: “Futuro? Non lo so. Ma son convinto che la società stia lavorando con serenità”

    Momento di assoluta felicità per Claudio Zaminga, che nei giorni scorsi è diventato papà di Alessandro. Per quanto concerne il futuro, al momento, nulla di definito. Il centrocampista rossazzurro resta ottimista ma rimanda i discorsi riguardanti il futuro, sebbene porti nel cuore Casarano, il club nel quale si è formato calcisticamente. “Abbiamo fatto un incontro…