Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NOVOLI – Elia: “L’applauso di tanti novolesi è motivo di impareggiabile orgoglio”

Non è ancora stata smaltita, in casa Novoli, la sbornia post salvezza. Il difensore Matteo Elia: “Gli obiettivi che ci poniamo ad inizio anno, durante il campionato ti rivestono di responsabilità. Ma una volta raggiunto l’obiettivo ti riempiono d’orgoglio per aver contribuito, anche nel proprio piccolo, a regalare questa gioia prima a noi stessi, poi al nostro spogliatoio e, dulcis in fundo, a tutti i nostri tifosi.

Una permanenza da dedicare alla piccola Maria Aurora: “A lei dedico in primis questo traguardoAlla mia piccolina, infatti, voglio regalare questa soddisfazione, lei è capace di regalarmi tante energie, a lei chiedo scusa per le mie assenze sportive. Un grazie di cuore anche alla mia famiglia, perché condividono la mia passione e non mi fanno mai mancare il loro sostegno”.

Nella storia del Novoli, a livello di presenze Elia è secondo solo a Roberto Calabrese, in testa alla speciale classifica con 345 gettoni: “Al numero di presenze, a dire la verità, in questo momento non penso tantissimoMi piace pensare sempre al prossimo allenamento, alla prossima partita, voglio cercare di farmi trovare pronto. Certo, semplicemente, mi fa molto piacere ogni volta che me lo ricordano, come mi ha fatto enorme piacere ricevere l’applauso di tanti novolesi durante la festa del 12 maggio scorso. È comunque un motivo di orgoglio, soprattutto se penso a tutti i sacrifici che si fanno nel quotidiano, a partire dagli allenamenti”.

Infine, sguardo alla prossima stagione: “Il futuro è il presente e ci dice che il Novoli si sta preparando per un’altra stagione importante in un campionato importante. Il mio augurio, sia a livello personale che di squadra – conclude Elia – è proprio quello di farsi trovare pronti”.