Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NOVOLI – Con un acuto di Nocita i rossoblù si impongono sulla corazzata Altamura

Il calcio lo insegna più di ogni altra sport: a volte Golia può battere Davide. Da una parte il Novoli e la terra rossa del Cezzi, dall’altra l’Altamura grandi firme che vuole riportare la città del pane doc nei campionati che contano. Finisce come in pochi alla vigilia osavano pronosticare. Intensa, voluta, cercata, importantissima e soprattutto meritata, con questi ingredienti è maturata la vittoria del Novoli di mister Simone Schipa, che riesce ad imporsi per uno a zero, sulla corazzata barese, scesa nel Salento per dare continuità di risultati e vogliosa di continuare la sua scalata in classifica. Abnegazione tattica, grinta, carattere e gioco alla base della splendida prestazione dei rossoblù, che dopo due sconfitte consecutive in campionato, mostrano di che pasta sono fatti nonostante le assenze di primi livello: da bomber Scarcella (squalificato) a Marasco, Elia e Podo fuori per infortuni muscolari. Il Cezzi colorato da una bella cornice di pubblico, più di un centinaio i tifosi ospiti, fa da cornice ad uno dei big mach della Premier League pugliese.

Pronti via ed i biancorossi altamurani mostrano tutto il loro grande armamentario. Ottavo, giocata di fino di Disenso che serve un certo Moscelli, un sacco pieno di gol tra Lega Pro e serie D, primo e secondo dribbling e palla in mezzo per Logrieco, che liberissimo sul dischetto del rigore cincischia vanificando la clamoroso occasione. L’Altamura spinge ed al 13’ conquista un penalty per fallo di mano di Iaia che tocca di mano un fendente di Mancini. Il signor Di Reda, sicura la sua direzione, è irremovibile ed assegna la massima punizione. Ad incaricarsi è Moscelli che angola troppo il tiro e manda fuori tra la gioia della tribuna novolese. Il Novoli si scuote, ed inizia a prendere coraggio e guadagnare metri, sicurezza e giocate. Dopo un paio di azioni pericolose sull’asse Carlà-Giorgetti, ben imbeccati dai centrocampisti Cocciolo, Carlucci e Quarta (tra i migliori in campo), arriva il gol che poi varrà il match. E’ il 36′, quando il classe ’97 Nocita, è lesto e bravo a ribadire in rete una respinta dell’estremo Pentimone dopo una perla di Giorgetti che, in corsa era stato eccellente a portarsi la palla avanti di tacco ed a concludere con un velenoso rasoterra. La rete è un boato lunghissimo per i novolesi. Al riposo si va con i locali in vantaggio.

Nella ripresa t’aspetti l’Altamura ed invece ti ritrovi un Novoli ancora più voglioso e determinato. Al quinto occasionissima per Carlà, che solo davanti al portiere, su assist al bacio di Cocciolo, conclude debole. Il pallino del gioco passa agli ospiti, ma le azioni d’attacco peccano di incisività e lucidità e sbattono contro il muro eretto da capitan Potì e compagni che si difendono con ordine annullando due punte del calibro di Di Rito e Moscelli e sono bravi ed intelligenti nelle ripartenze. Anzi sono proprio i rossoblù a creare le più nitide occasioni da rete. Alla mezz’ora è Giorgetti, lanciato da un ottimo assist di Quarta a divorarsi letteralmente il gol della sicurezza mandando alto a tu per tu con Pentimone. Nel forcing finale altamurano, scomposto e poco lucido, i nord salentini non si scompongono, restando alti e pressando come forsennati su ogni pallone e rendendo vano ogni tentativo ospite trovare spazi e idee. Finisce con il boato novolese e la contestazione pesante dei tifosi giunti da Altamura.

***

NOVOLI – ALTAMURA 1-0
Rete: 36’pt Nocita

Novoli: Esposito, Fasiello, Iaia, Quarta, Lopetuso (41′ st Vantaggiato), Potì, Carlucci, Cocciolo, Nocita (35′ st Greco), Carlà (30′ st D’Aversa), Giorgetti. A disp. Falcone, Carluccio, De Vincentis, Poti. Gius. All. Schipa.
Altamura: Pentimone, Montrone, Dinelli, Radulescu, Amato, Disenso (25 st Stavila), Mancini (26′ st Paun), Lorusso, Di Rito, Logrieco (23′ pt. Golban), Moscelli. A disp. Geanta, Natale, Roccotelli, Ghita. All. Columbo.
Arbitro: Di Reda di Molfetta.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment