NOVOLI – Cocciolo, calvario finito: “Grazie alla famiglia rossoblù, pensavo al ritiro…”

"Già è fantastico allenarsi con il gruppo, ma mi mancavano le gare, il contatto con l'avversario, la gioia per una vittoria o l'amarezza per una sconfitta"

cocciolo

Foto: A. Cocciolo

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno |

Sembrava un calvario infinito per Antonio Cocciolo, centrocampista del Novoli, out praticamente per l’intera annata 2016/17 a causa di ripetuti problemi fisici. “Per me è come essere uscito da un tunnel. Mi sono fatto male nell’agosto 2016, in avvio di preparazione. A settembre, quando stavo per tornare a disposizione, l’infortunio si è invece acuito e sono stato costretto a farmi operare. Il calvario sembrava finito a marzo, quando ho ultimato il periodo di recupero seguito all’intervento ed invece è intervenuta una infiammazione all’altro ginocchio che ho dovuto curare sino alla conclusione del torneo. Ora sono del tutto ristabilito, ma devo ammettere che, per dodici mesi, mi è capitato a volte di chiedermi se non fosse il caso di appendere le scarpe al chiodo. Se ho continuato a sacrificarmi per riemergere lo devo alla grande famiglia del Novoli, che mi è stata sempre accanto. Ai dirigenti, ai tecnici, ai compagni di squadra, ai tifosi. Mi hanno fatto sentire costantemente uno di loro e con loro ho sofferto a bordo campo nella gara che ha sancito la salvezza”.

Cocciolo presto ritroverà il campo per una partita ufficiale: “Già è fantastico allenarsi con il gruppo, ma mi mancavano le gare, il contatto con l’avversario, la gioia per una vittoria o l’amarezza per una sconfitta”. 

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati