Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALLIPOLI vs POLIMNIA – Le pagelle giallorosse: Marzo esordio promettente. Presicce, il “Bianco” è ai tuoi piedi

GALLIPOLI vs POLIMNIA – Le pagelle

Laguardia voto sv: un po’ a sorpresa scende in campo dal primo minuto,ma se fosse rimasto negli spogliatoi nessuno se ne sarebbe accorto, visto che resta inoperoso per tutto l’arco dei novanta minuti, toccando il pallone praticamente solo nel riscaldamento. VACANZA CON UN GIORNO D’ANTICIPO

Casalino voto 6.5: A.A.A. cercasi attaccanti del Polimnia. Potrebbe semplicemente chiudersi così la pagella del capitano giallorosso, che ancora una volta si rende protagonista di una prestazione al limite della perfezione, annullando insieme a Vergori e Sportillo l’attacco avversario e consentendo a Laguardia di prendersi un pomeriggio di ferie. Eccezion fatta per San Severo, più che un calciatore quest’anno appare quasi come un teorema. GUARDIA GIURATA

Levanto voto 6.5: dopo qualche problemino fisico, che lo ha tormentato in questa prima parte di campionato, oggi si è rivisto il Levanto degli inizi, fluido nella corsa, in continua sovrapposizione, concentrato e molto attento in fase difensiva; se riuscisse a trovare la giusta continuità forse il problema degli under sarebbe definitivamente risolto. GIOVANE SICUREZZA

Marzo voto 6.5: al debutto stagionale si trova impiegato in un ruolo non affatto facile come quello di regista della squadra davanti alla difesa, ma il giovane risponde presente dimostrando anche tanta personalità e un piede molto educato, dal quale partono molte delle azioni dei giallorossi, bravo e presente anche in fase di rottura. BUON IMPATTO

Sportillo voto 7: quindicesima partita da titolare, quindicesimo match giocato per intero, e, perché no, quindicesimo match in cui finisce per risultare uno dei migliori in campo. Ancora una volta si dimostra un autentico baluardo difensivo e insieme ai suoi due compagni di reparto finisce per regalare a Laguardia un pomeriggio di pieno relax, disinnescando sul nascere ogni sortita offensiva dei baresi. EL DOGO

Vergori voto 7: qualche difficoltà a Copertino, forse anche per via della poca sintonia con i compagni di reparto, ma questa prestazione cancella ogni dubbio, facendo spazio alle certezze, figlie di una grande prestazione fatta di personalità e tanta sicurezza. GRANDE COLPO

Savino voto 6: appare un po’ più scarico rispetto alle altre apparizioni, anche se in fase difensiva riesce comunque a garantire un determinato equilibrio alla squadra, ad inizio ripresa resta negli spogliatoi per far posto a Preiscce. SACRIFICATO

Legari voto 6+: torna in campo dal primo minuto dopo più di un mese, diviso tran panchina e spezzoni di gara, lo fa nel migliore dei modi sbloccando il match con un bell’inserimento e siglando il suo primo gol stagionale, anche se la sua prestazione non è una delle migliori stagionali; il ritmo partita sembra mancare, come la lucidità soprattutto nell’uno contro uno, ma con un gol così pesante non può che meritare la sufficienza. A CORRENTE ALTERNATA (Coccioli sv)

Migali voto 6.5: si trova a lottare in mezzo a due pennelloni, ma con la sua vivacità e il suo dinamismo mette i due centrali baresi spesso in difficoltà rendendosi protagonista insieme a Negro di qualche buon duetto, con il Gallo sfiora il vantaggio soprattutto nella prima frazione. Nella ripresa, causa il vantaggio immediato di Legari, il compito per lui diventa ancora più facile, facile come il tap-in che vale il due a zero, ma soprattutto il ritorno ad un gol che iniziava mancare come l’acqua nel deserto. BENTORNATO GIANLUCA

Alessandrì voto 7: con l’impiego di Marzo davanti alla difesa il suo raggio d’azione avanza di qualche metro ma soprattutto gli viene concessa qualche libertà in più, lui coglie la palla al balzo, salendo in cattedra e lanciando in più di qualche occasione la coppia d’attacco verso la porta e cercando anche gloria con delle conclusioni dalla lunga distanza. Il ruolo cambia , ma lo spessore delle sue prestazione e l’importanza in campo sembrano non dipendere da quello. CINQUE STELLE LUSSO (Pellegrino sv)

Negro voto 6.5: gioca da seconda punta a sostegno di Migali, in un tandem d’attacco tutto brio e velocità, interpreta il ruolo alla perfezione, agendo da spalla ma facendo anche un gran lavoro sporco con tagli e continui inserimenti, andando vicino anche al gol. Finalmente dopo un po’ di assenza si è rivisto quel furetto che nelle prime giornate faceva ammattire le difese avversarie. MOTO PERPETUO

Presicce voto 7.5: dopo la bocciatura di Copertino, serviva un pronto riscatto o meglio una prestazione degna del vero Andrea Presicce. Entra nella ripresa e decide di ammattire la retroguardia con finte ubriacanti nello stretto, che ai palati fini e ai veri intenditori fanno ritornare in mente le giocate del “Mudo Riquelme”, ovviamente con le dovute proporzioni. Con due giocate sontuose regala altrettanti assist con su scritto “spingimi” a Legari prima e Migali poi, risultando praticamente decisivo nell’economia del match. HOMBRE DEL PARTIDO

POLIMNIA: Serrano 6.5, Caradonna 5 (Lomelo 5.5), Mazzilli 5.5 (Ingrosso sv), Montecasino 5, De Luisi 5.5, Lisi 5.5, Turitto 5.5, Cassano 5.5, Antonicelli 5, Catalucci 6 (Ancona 5.5), Brescia 6.