GALLIPOLI – Mello: “Ognuno ha dato il cuore, tutti uniti intorno a questo progetto”

Il diesse apre alla conferma del tecnico: "Se le cose rimangono così come sono, con questa unità d'intenti, non vedo perché dovremmo dividerci"

gallipoli-m_caputo

Foto: ©M. Caputo

Un Gallipoli eroico, per alcuni versi, quello a cui applaude Sergio Mello, direttore sportivo giallorosso, dopo la salvezza conquistata. “Ad un certo punto abbiamo giocato con tre calciatori fuori ruolo, ognuno di loro ha dato il cuore – racconta – . Merito dell’allenatore che è riuscito a coagularli intorno ad un progetto comune. I ragazzi ci hanno dato questa grandissima soddisfazione”.

Una salvezza che parte da lontano, dalle ceneri estive e dallo zoccolo duro che ci ha sempre creduto. “I miei compagni di avventura, che essendo di Gallipoli hanno potuto dare qualcosa in più, Jose Buccarella e Vito Faggianelli, sono stati fantastici – ricorda il dirigente – . Dopo esserci complimentati vicendevolmente per i sacrifici fatti, ho ricordato a Vito quando prima della prima partita di Coppa Italia a Casarano pregavamo di non prendere un’imbarcata per non partire con il piede sbagliato, perché noi credevamo in quel progetto. E adesso siamo arrivati a compierlo”.

Messa in archivio una stagione difficile, per il Gallipoli è tempo di iniziare a programmare il futuro. “Finora non abbiamo mai parlato per scaramanzia – spiega Mello, ma con l’allenatore ed i miei compagni di avventura avevamo accennato già a qualcosa per il prossimo anno. Vogliamo partire con il piede giusto e più tranquilli, sperando che intorno tutti ci diano una mano, come fatto quest’anno. E magari raddoppiando gli sforzi da parte di tutti potremo competere per altre posizioni, che squadra e città meritano”.

E nel futuro giallorosso dovrebbe esserci ancora spazio per Alberto Villa. “Dobbiamo vederci e parlare tutti insieme, io ho creduto immediatamente in lui. Sentivo dentro che era l’uomo che ci poteva dare la svolta. Se lui ha piacere a rimanere con noi e le cose rimangono così come sono, con questa unità d’intenti – conclude Mello, non vedo perché dovremmo dividerci”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati