GALLIPOLI – Gallo all’attacco: “Chiediamo rispetto ed equità di trattamento. Forse diamo fastidio…”

Dura presa di posizione del club giallorosso: "Ci stiamo già muovendo per far pervenire a chi di competenza un dossier contenente ogni singolo episodio subito in queste dodici giornate"

logo gallipoli

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato probabilmente il rigore solare non concesso contro il Casarano. La misura del Gallipoli è colma così la società ha deciso di alzare la voce per chiedere equità di trattamento e maggior rispetto da parte degli arbitri. Di seguito la nota ufficiale, riportata integralmente, diramata dal sodalizio ionico.

“Pensavamo che percorrere la via della buona fede e del rispetto fosse la soluzione migliore e più conforme al nostro modo di fare, purtroppo però oggi ci troviamo costretti ad alzare la voce, chiedendo più rispetto e soprattutto equità di trattamento da parte delle terne arbitrali che dirigeranno le nostre sfide. Quella del Gallipoli Football 1909 è una società giovane, che con grandi sforzi ha raccolto le macerie di una squadra di assoluto blasone riportandola, contro ogni previsione, a lottare per i piani alti del massimo campionato regionale, creando forse un po’ di fastidio a qualcuno.

Riguardando più volte le immagini del match di domenica scorsa contro il Casarano non riusciamo ancora a capire come abbia fatto il signor Gigliotti della sezione di Cosenza (arbitro apparso inadeguato ad una partita di tale livello) a non concedere un rigore così netto e solare come quello ai danni di Monopoli, quando il risultato era ancora di parità; come se non bastasse il sopracitato giudice di gara ha continuato nella sua direzione a senso unico, allontanando dal campo il nostro mister, colpevole di aver protestato per un giallo a capitan Carrozza, ammonito dopo aver subito un chiaro fallo tattico.

Purtroppo quanto avvenuto nella partita di domenica scorsa è solo l’ultima di una serie troppo lunga di decisioni av-verse ed errori grossolani subiti in queste prime dodici giornate di campionato. In mente non può che tornare l’episodio di Bitonto, quando, in un’altra sfida di vertice, il signor Pezzopane della se-zione di L’Aquila, sul punteggio di 1-0 in nostro favore, concesse tra lo stupore generale il ‘gol’ del pareggio di Ter-rone, con la sfera nettamente fuori la linea.

Episodi molto dubbi a nostro sfavore occorre registrarli anche in sfide equilibrate come quelle contro Vigor Trani, Atletico Vieste, Otranto e Novoli, sopperiti però dalla bravura dei nostri ragazzi; a conferma di tutto ciò ci stiamo già muovendo per far pervenire a chi di competenza un dossier contenente ogni singolo episodio subito in queste dodici giornate. Arrivati quasi alla fine del girone d’andata, non chiediamo a nessuno un occhio di riguardo, ma semplicemente più rispetto per chi quotidianamente compie sforzi, economici e non solo, per tenere alto il nome della Gallipoli calcistica”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati