GALATINA – Salvadore: “Cuore e grinta, non volevamo perdere il derby. Clima teso? A caldo succede…”

"Dobbiamo quanto prima raggiungere quota 37-38 punti per la salvezza, il torneo di Eccellenza è molto equilibrato"

salvadore-andrea_rfrisco

Foto: A. Salvadore (©R. Frisco)

Un derby equilibrato, sul filo del rasoio quello tra Galatina e Gallipoli, conclusosi sul 2-2. Il tecnico biancostellato, Andrea Salvadore“Nei primi dieci minuti siamo partiti bene, l’approccio è stato piuttosto positivo. Fino al nostro gol, nella parte centrale del primo tempo, abbiamo perso un po’ di campo in quanto sbagliavamo le uscite e Scialpi giocava troppi palloni. Poi quel gol contestato proprio in chiusura del primo tempo, ha sbagliato l’arbitro a mio avviso in quanto c’era un fallo di mani nettissimo. Potevamo spingere di più nella prima frazione ma il Gallipoli chiudeva bene ogni varco. Nella ripresa, per 20′ il Gallipoli ci ha messo alle corde e abbiamo incassato il gol dell’1-2. Poi l’espulsione di Deffo e ho rischiato il tutto per tutto, ho inserito quattro attaccanti e alla fine ho avuto ragione. Non volevamo perdere questo derby. Dopo il 2-2 di De Giorgi abbiamo macinato una quantità industriale di gioco. L’ingresso di Albano e Calò ci ha dato grande impulso. Alla fine potevamo vincerla con quel rigore fallito, però sono onesto: il rigore era dubbio“.

Clima teso nel finale, ma Salvadore minimizza e archivia tutto: “Dispiace per questi episodi, ma son cose che a caldo possono accadere e finiscono lì, senza polemiche di sorta”.

La classifica premia fin qui il lavoro svolto dai biancostellati: “Siamo una squadra giovane, abbiamo tanti ragazzi con tanta voglia e intendiamo valorizzarli. Viviamo alla giornata. A volte paghiamo un po’ di inesperienza ma dobbiamo crescere anche sotto questo aspetto, migliorando in furbizia e nell’atteggiamento. Non dobbiamo lasciarci prendere dal nervosismo. Dobbiamo quanto prima raggiungere quota 37-38 punti per la salvezza, il torneo è equilibrato – conclude Salvadore – non ci sono né squadre materasso e né una ammazza-campionato”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati

  • CASARANO – Ecco il nuovo direttore sportivo: ex Nocerina, Catania e Messina

    Parte da Marcello Pitino, ex direttore sportivo di Nocerina, Catania e Messina, il nuovo corso del Casarano. Nome noto nel calcio professionistico, Pitino è una garanzia di serietà e professionalità. La sfida sarà quella di calarsi in una categoria inedita come quella dell’Eccellenza pugliese, ma il curriculum del nuovo ds delle Serpi parla da sé. Insomma, il…

  • carbonella-enzo-marino-dino-brindisi BRINDISI – Due rinforzi di livello per il centrocampo biancazzurro

    Due rinforzi per il centrocampo del Brindisi. Il primo è un volto nuovo: si tratta di Dino Marino, figlio dell’ex difensore di Lecce, Lazio e Napoli, Raimondo, proveniente da tre ottime stagioni in Serie D con il Francavilla in Sinni. Cresciuto nelle giovanili del Lecce, a 16 anni Marino passa all’Inter dove milita nella formazione…

  • faggianelli GALLIPOLI – Faggianelli, idee chiare: “Priorità al parco under. Obiettivo? Prima la salvezza…”

    Risolta la questione legata alla nuova guida tecnica con la scelta di Angelo De Benedictis, il nuovo Gallipoli sembra pronto a muovere i primi passi per ciò che concerne l’allestimento della nuova rosa. Il direttore sportivo Vito Faggianelli sembra avere le idee abbastanza chiare: “Per quanto ottenuto nella passata stagione – esordisce il diesse – il…

  • villa-coribello GALLIPOLI – Il commiato di Villa: “Non è un addio. Collaborare con Calabro? Occasione da cogliere al volo”

    Il campionato d’Eccellenza appena trascorso lo ha incoronato come uno dei migliori tecnici dell’intero girone, con il suo Gallipoli in grado di esprimere un calcio di primo livello che è valso a conti fatti un piazzamento nei playoff. Ora, dopo un anno mezzo ricco di soddisfazioni, mister Alberto Villa ha deciso di salutare il popolo…

  • merito BRINDISI – Riconfermato Merito, al vaglio altre trattative di mercato

    La Ssd Brindisi si tiene stretto anche Jaime Leon Merito. Per il forte centrocampista colombiano è giunta la riconferma anche per la prossima stagione, annunciata con una nota ufficiale da parte del club adriatico. Nato a Medellin nel 1983, Merito cresce calcisticamente nella propria città prima di trasferirsi in Italia, ad Acireale, nel 2000, andando…